Festa della Mamma (Ansa)
Festa della Mamma (Ansa)

Roma, 8 maggio 2020 – Quando è la festa della mamma 2020? Il giorno esatto è domenica 10 maggio. Se anche voi non lo sapevate (o non ve lo ricordavate) poco male. La data, infatti, cambia ogni anno. Nel 2019 per esempio era il 12 di maggio. E allora viene da chiedersi: perché la data cambia? La risposta è molto semplice: la festa della mamma viene festeggiata la seconda domenica del mese di maggio. Perciò ogni anno la data esatta cambia.

La storia

Ma non è sempre stato così: fino a non molti anni fa gli auguri alle mamme venivano fatti sempre l’8 maggio, poi la data è stata cambiata nella seconda domenica di maggio. Perché? Per permettere a tutte le mamme lavoratrici di trascorrere il loro giorno di festa insieme ai figli (e forse anche per adeguarla alla tradizione statunitense).

Anche in America, infatti, la Festa della mamma si celebra la seconda domenica di maggio. Perché a maggio? Per rispondere a questa domanda dobbiamo fare un salto indietro nel tempo. Nel maggio del 1870, negli Stati Uniti, un’attivista pacifista e promotrice dell’abolizione della schiavitù, tale Julia Ward Howe, propose l’istituzione del ‘Mother’s Day of Peece’, letteralmente la ‘Giornata della madre per la pace’. Tale giorno doveva rappresentare un momento di riflessione contro la guerra (fino al 1865 si era combattuta la guerra civile), ma l’iniziativa non ebbe successo.

Qualche anno dopo, precisamente nel 1908, una donna di nome Anna Jarvis decise di tenere una festa in onore della madre, anche lei pacifista. Il ‘Mother’s day’ si diffuse ben presto negli Stati Uniti, a tal punto che nel 1914 l’allora presidente Woodrow Wilson ufficializzò la Giornata della madre come espressione pubblica di amore e gratitudine per, appunto, tutte le madri. La data che venne scelta dal Congresso fu la seconda domenica di maggio.

La festa della Mamma in Italia

In Italia la festa della mamma, come la intendiamo oggi, è nata a metà degli anni Cinquanta ed è legata a due eventi, uno di natura religiosa, l’altro di natura politica.
Nel 1957 don Otello Migliosi, parroco di Torbidetto di Assisi, decise di iniziare a celebrare una festa in onore della mamma. Da allora, ogni anno, la parrocchia di Torbidetto celebra la festa della mamma con importanti manifestazioni di carattere religioso e culturale.

Un anno prima, nel 1956, il senatore e sindaco di Bordighera in Liguria, Raul Zaccari, prese l’iniziativa di celebrare la festa della mamma nel proprio Comune.
Due anni dopo Zaccari insieme ad altri senatori presentò un disegno di legge per ottenere l’istituzione della festa della mamma. Scoppiarono numerosi dibattiti. Molti non accettavano che sentimenti così intimi potessero diventare oggetto di norma di legge. Ma mentre in Aula si discuteva, nel resto del Paese già iniziavano i primi festeggiamenti. La festa della mamma si diffuse così ben presto in tutta Italia.