Roma, 11 maggio 2018 - Domenica 13 maggio sarà la Festa della mamma, una delle ricorrenze più sentite in assoluto. La ricerca del regalo giusto è scattata da giorni, anche se i fiori restano uno dei doni più gettonati. Qualsiasi sia il regalo prescelto è opportuno accompagnarlo con una frase d'auguri, poche parole ma cariche di significato. Per non cadere nelle solite frasi romantiche e dolci, ma anche scontate, ecco una serie di pensieri, frasi e aforismi per stupire ed emozionare le mamme. Anche via whatsapp, Facebook o sms. La festa della mamma ai tempi dei social. 

- "Una buona madre vale cento maestri". (Papa Giovanni XXIII)

- "Le storie ascoltate la prima volta in braccio alla mamma non saranno mai completamente dimenticate". (Giovanni Ruffini)

- "Nessun linguaggio può esprimere il potere, la bellezza, l'eroismo dell'amore materno". (Edwin H. Chapin)

- "Nessun affetto nella vita uguaglia quello della madre". (Elsa Morante in 'L’isola di Arturo')

- "Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre un perdono". (Honoré de Balzac)

-"La mamma è la parte più femminile dei genitori". (Roberto Benigni)

- "Un uomo che è stato l’indiscusso favorito di sua madre mantiene per tutta la vita l’atteggiamento interiore di un conquistatore, quella fiducia nel successo che di frequente porta al successo effettivo". (Sigmund Freud)

- "Non scorderò mai mia madre perché fu lei a piantare e nutrire i primi semi del bene dentro di me" (Immanuel Kant)

- "La madre ha inventato l’amore sulla terra" (Sofocle)

- "Tieni un capo del filo, con l'altro capo in mano io correrò nel mondo. E se dovessi perdermi, tu, mammina mia, tira". (Margaret Mazzantini in 'Venuto al mondo')

- "Quando la madre è più bella di tutti i suoi figli, diventa il membro più solitario della famiglia". (Richard Krause)

- "Sempre una madre aspetta il ritorno di suo figlio sia se questi se n’è andato in un paese vicino o in uno molto lontano" (William Shakespeare)

- "L’avvenire di un bambino è l’opera di sua madre" (Napoleone Bonaparte)

- "Si può fregare tutti per un certo periodo, o qualcuno per sempre, ma non si può fregare la mamma". (Arthur Bloch)

- "La buona madre non deve essere, come la mia, una semplice creatura di sacrificio: deve essere una donna, una persona umana". (Sibilla Aleramo)

STORIA IN ITALIA - Era il 1956, quando Raul Zaccari, senatore e sindaco di Bordighera, in collaborazione con Giacomo Pallanca, presidente dell'Ente Fiera del Fiore e della Pianta Ornamentale di Bordighera-Vallecrosia, decise di celebrare la festa della mamma a Bordighera, al Teatro Zeni; successivamente la festa si svolse al Palazzo del Parco.

L'anno successivo, il parroco di Tordibetto di Assisi, don Otello Migliosi, propose di festeggiare la mamma nella sua veste religiosa, non solo cristiana, ma interconfessionale. Ma fu nel 1958 che Zaccari insieme ai senatori Bellisario, Baldini, Restagno, Piasenti, Benedetti e Zannini - presentò a Palazzo Madama un disegno di legge tendente a ottenere l'istituzione della ricorrenza.  Proposta che fu bocciata, dopo un lungo dibattito in Senato. La festa della mamma prese comunque piede e, da quegli anni, non ha mai smesso di essere celebrata.

Colazione dei bambini, ecco 8 consigli