I bambini bilingue conservano alcuni vantaggi cognitivi anche da adulti
I bambini bilingue conservano alcuni vantaggi cognitivi anche da adulti

Una persona cresciuta in una famiglia bilingue non ha solo il vantaggio – va da sé – di parlare due lingue: si ritrova con un'abilità cognitiva extra, ossia la capacità di spostare e focalizzare l'attenzione più velocemente rispetto a chi ha imparato la seconda lingua in età più avanzata. Lo hanno scoperto gli studiosi della Anglia Ruskin University, ampliando quanto avevano già rilevato in una ricerca precedente.

Come i bambini si adattano a un ambiente linguistico imprevedibile

Il medesimo team di scienziati aveva infatti individuato una particolare strategia sviluppata dai bambini. In una casa dove si parlano abitualmente due lingue, è normale che i genitori passino dall'una all'altra senza soluzione di continuità: i piccoli crescono così in un "ambiente linguistico" più vario e imprevedibile, a cui si adattano spostando la loro attenzione più spesso e più rapidamente. "Questo adattamento potrebbe aiutarli a trarre vantaggio da molteplici informazioni visive, come ad esempio i movimenti della bocca, le espressioni del viso, la gestualità, e facilitarli nell'apprendimento di più lingue", spiega il professor Dean D'Souza.

Le capacità si conservano anche da adulti

La nuova ricerca ha coinvolto 127 persone adulte in due esperimenti, illustrati nella presentazione dei risultati. Nel primo dovevano guardare due immagini sullo schermo, delle quali una rimaneva fissa mentre l'altra si modificava gradualmente. I soggetti bilingue dall'infanzia si sono dimostrati più rapidi nel notare il cambiamento dell'immagine rispetto a quelli che hanno imparato la seconda lingua più tardi. Stesso vantaggio per i bilingue "dalla nascita" anche nel secondo test, che misurava invece la capacità di controllare l'attenzione: si sono rivelati più veloci a "sganciarla" da un'immagine e spostarla su un'altra.

I risultati suggeriscono quindi che almeno alcuni degli adattamenti acquisiti da chi è cresciuto in una casa con due lingue non si perdono crescendo, ma anzi si conservano anche da adulti.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Scientific Reports