Rotterdam, 1 aprile 2021 - Anche in era Covid, quest'anno ci sarà il pubblico ad applaudire i cantanti dell'Eurovision Song Contest (annullato nel 2020 per pandemia) in programma a maggio a Rotterdam: gli organizzatori hanno ottenuto il permesso di ospitare ben 3.500 spettatori. Si tratta di un test voluto dal governo olandese in vista di una graduale riammissione del pubblico ai grandi eventi sportivi e culturali. 

La  la 65ma edizione della kermesse musicale sarà ospitata dalla Ahoy Arena, e nel contest l'Italia verrà rappresentata dai Maneskin, vincitori di Sanremo 2021. I dettagli dell'organizzazione dello spettacolo live saranno resi noti a fine aprile. Ovvio che, in caso di un peggioramento dei dati della pandemia,  l'apertura agli spettatori potrebbe essere rivista. 

Covid, la nuova alba tra concerti e partite. Il mondo fa le prove di normalità

Solo metà degli spettatori nell'arena

Il piano prevede che il palazzetto sia riempito solo alla metà della capienza, con i fan che dovranno presentare un test negativo per poter entrare. Gli organizzatori dell'evento - che coinvolge 40 Paesi - hanno accolto con soddisfazione la decisione e si sono impegnati a valutare "le opzioni disponibili" e a presentare "nelle prossime settimane" un piano per regolare l'accesso del pubblico "in modo sicuro", "se le circostanze lo permetteranno".
In ogni caso hanno garantito che la tutela della salute resta "la prima priorità" e che tutte le delegazioni seguiranno "un rigido protocollo". 

Le altre aperture

C'è da dire che l'Olanda ha già sperimentato aperture parziali nonostante il Coronavirus: a marzo sono stati ammessi 1.500 spettatori a un festival musicale vicino Amsterdam, mentre sabato scorso erano presenti 5.000 tifosi a una partita di qualificazione della nazionale.

Rutte: restrizioni fino a fine aprile

Tuttavia la scorsa settimana il premier Mark Rutte ha annunciato che le restrizioni nazionali anti-Covid saranno estese fino alla fine di aprile. La musica si conferma quindi laboratorio per le graduali riaperture dei grandi eventi al pubblico. 

L'esempio di Barcellona

Sabato scorso al palazzetto Sant Jordi di Barcellona, in Spagna, era andato in scena un concerto della band pop-rock catalana Love of Lesbian con 5 mila spettatori. Per tutti obbligo di mascherina e test antigenico nella stessa giornata, ma senza distanziamento fisico.