di Ciro Vestita

Le Streghe della Notte sono state, ahimè, una cruda realtà e non certo una favola. Nel 1939 Hitler strinse un patto di non aggressione con la Russia. Ma durò poco. I servizi segreti tedeschi vennero a conoscenza della strage che il Stalin aveva compiuto verso gli ufficiali dell’esercito russo. Preso dalle sue paranoie, il dittatore aveva fatto impiccare decine di migliaia di ufficiali decimando e sgretolando l’esercito; gli armamenti russi inoltre erano obsoleti ed i soldati altamente impreparati alla guerra. Convinto che a questo punto la guerra sarebbe durata poche settimane, Hitler diede inizio nel ’41 all’Operazione Barbarossa e cioè l’occupazione della Russia.

Le città sovietiche cadevano una dopo l’altra, ma come Napoleone, il dittatore tedesco non aveva fatto i conti con il generale inverno: una neve alta tre metri fermò i carri armati tedeschi mentre armi più moderne iniziarono ad armare l’esercito russo. Ma il punto saliente di questa guerra era lo sterminato numero di soldati su cui poteva contare Stalin. Von Paulus, il comandante in capo dei tedeschi impegnato nella battaglia di Stalingrado scrisse: "se nella trincea nemica riusciamo ad ammazzare cento russi, come per incanto dopo un minuto cento nuovi uomini li sostituiscono". Questo perché il popolo sovietico poteva contare su milioni e milioni di soldati provenienti soprattutto dalla Siberia.

Ma probabilmente la parte più eroica della guerra Russia-Germania fu svolta dalle donne. Migliaia di ragazze sotto il comando del capitano Marina Raskova crearono un gruppo di combattimento aereo notturno chiamato ’Le Streghe della Notte’. Ogni sera fino all’alba centinaia di aerei pilotati da giovani donne bombardavano le postazioni nemiche, decimando l’esercito tedesco. Si narra che alcune di loro, per diverse notti di fila ,saltando il riposo notturno, compissero una vera strage dei carri armati del Reich. Ore e ore di volo, alla fame come tutti i russi, si nutrivano solo di gallette di riso e cioccolato. Non c’è da meravigliarsi se potevano passare ore intere di volo in questo modo: il cioccolato infatti è un alimento ricco di preziosi minerali e soprattutto altamente energetico.

Questo alimento, chiamato anche cibo degli Dei, oltre a nutrire ed abbassare la pressione arteriosa permette al cervello di ’fabbricare’ endorfine, molecole della calma e della serenità entrambe essenziali a queste Streghe.