Emilia Clarke
Emilia Clarke

Roma, 9 maggio 2019 - Ancora non sappiamo se Emilia Clarke siederà sul trono di spade, nella serie TV 'Game of Thrones', ma già ora è certo che la sua carriera non terminerà qui: è stata infatti scritturata per interpretare la poetessa Elizabeth Barrett nel film biografico intitolato 'Let Me Count The Ways' e diretto dall'autore di 'The Wife - Vivere nell'ombra', pellicola che ha consentito a Glenn Close di agguantare la sua prima, meritatissima nomination agli Oscar.

EMILIA CLARKE È UNA POETESSA
La notizia arriva dalle pagine del magazine Variety, che oltre ad annunciare la presenza di Emilia Clarke nel cast aggiunge dettagli sugli autori del film, per prima cosa dicendo che il regista di 'Let Me Count The Ways' è lo svedese Björn Runge, apprezzato nel circuito dei festival internazionali e approdato alla prima esperienza di una produzione statunitense proprio con 'The Wife - Vivere nell'ombra' (2017). La sceneggiatura è invece farina del sacco della britannica Paula Milne, scrittrice di lungo corso per il cinema come per la televisione e autrice, fra le altre cose, dei film 'Una folle stagione d'amore' e 'Una casa per Oliver' e delle serie TV 'The Politician's Wife' e 'White Heat'.

CHI ERA ELIZABETH BARRETT
Nata a Durham nel 1806 e morta a Firenze nel 1860, Elizabeth Barrett è stata una delle più celebri poetesse dell'epoca vittoriana e un'esponente del movimento letterario del Romanticismo. Il film sarà ambientato a metà del XIX secolo, quando la Barrett è ormai famosa, ma conduce una vita da reclusa per colpa di una misteriosa malattia, che le causa intensi dolori alla testa e alla colonna vertebrale. È in questo momento che conosce il brillante e vivace Robert Browning, anch'egli poeta: fra i due scocca la scintilla (lui diventerà suo marito) e così lei riscopre le passioni che fino a quel momento aveva solamente evocato su carta. L'amore fra i due è però ostacolato dal padre della poetessa, che cerca di mantenere il massimo controllo sulla vita della figlia. Un possibile aggancio con la cronaca contemporanea e che potrebbe rendere attuale 'Let Me Count The Ways', è il fatto che Elizabeth Barrett sostenne apertamente l'abolizione della schiavitù negli Stati Uniti e utilizzò tutta la sua influenza per riformare la legge sul lavoro minorile, rendendola più restrittiva.

LET ME COUNT THE WAYS
Il titolo del film fa esplicito riferimento a una delle poesie più famose di Elizabeth Barrett, intitolata 'How Do I Love Thee' e pubblicata nel 1850. Per chi ama il Romanticismo, ecco cosa scriveva:

How do I love thee? Let me count the ways.
I love thee to the depth and breadth and height
My soul can reach, when feeling out of sight
For the ends of being and ideal grace.
I love thee to the level of every day's
Most quiet need, by sun and candle-light.
I love thee freely, as men strive for right.
I love thee purely, as they turn from praise.
I love thee with the passion put to use
In my old griefs, and with my childhood's faith.
I love thee with a love I seemed to lose
With my lost saints. I love thee with the breath,
Smiles, tears, of all my life; and, if God choose,
I shall but love thee better after death.














Una traduzione possibile è questa:

Come ti amo? Lasciami contare i modi.
Ti amo fino alla profondità all'estensione e all'altezza
Che l'anima mia può raggiungere, quando oltre la vista
Tocco i confini dell'essere e della Grazia ideale.
Ti amo alla pari della più calma necessità
Di ogni giorno, alla luce del sole e a lume di candela.
Ti amo liberamente, come chi lotta per la Giustizia.
Ti amo puramente, come chi rifugge dall'Elogio.
Ti amo con la passione messa in pratica
Nelle mie vecchie pene, e con la fede della mia infanzia.
Ti amo con l'amore che mi sembrava di aver perso
Con i miei santi perduti – ti amo con il respiro,
I sorrisi, le lacrime di tutta la mia vita! – e se Dio vuole,
Ti amerò ancora meglio dopo la morte.














Leggi anche:
- David Bowie, tre canzoni inedite all'asta. Ecco il demo
- Lilli e il vagabondo 2, perché i gatti siamesi non saranno nel remake
- Spider-Man: Far From Home, uscita e trailer. Tutto quello che c'è da sapere