La regina Elisabetta II
La regina Elisabetta II

Fra gli impegni da regina ci sono una serie di eventi ufficiali e mondani nei quali Elisabetta II incontra celebrità, uomini e donne di stato, gente varia. Una veloce chiacchierata non si nega a nessuno e pare che decenni d'esperienza sul campo l'abbiano trasformata in una maestra della conversazione cortese, capace di fare sentire gli interlocutori a proprio agio e davvero ascoltati. Arriva però sempre un momento nel quale la regina non ne può più, oppure è scocciata dalle parole che le rivolge chi le sta di fronte. Siccome non può semplicemente allontanarsi con un gesto di stizza, ha messo a punto alcuni segnali segreti, così che il suo staff sa quando è il caso di intervenire e fornirle una scusa per interrompere la conversazione (di solito è sufficiente una frase come "l'ambasciatore tal dei tali avrebbe piacere di parlare con lei").

I gesti segreti di Elisabetta II

A rivelare alcuni di questi gesti segreti è stato Hugo Vickers, specializzato in storia della casa reale britannica, nel corso di un'intervista concessa al magazine People. Scopriamo così che se la regina si passa la borsetta da una mano all'altra, allora sta chiedendo di essere sottratta a suo attuale interlocutore. In assenza della borsa, il suo staff deve prestare particolare attenzione all'anello nuziale: se lo ruota discretamente attorno al dito, il significato è il medesimo del cambio di mano della borsetta. Se poi l'anello è mosso con maggiore foga, allora bisogna sbrigarsi ed essere particolarmente solerti, perché Elisabetta II non ne può davvero più e chiede urgente salvataggio.

Quando è all'interno di Buckingham Palace la regina ha vita più semplice, se si tratta di richiedere il garbato allontanamento di un ospite: pare che i saloni del palazzo adibiti alle faccende ufficiali siano zeppi di pulsanti nascosti, che una volta pigiati comunicano agli attendenti nella stanza accanto che è tempo di intervenire e annunciare l'arrivo di un qualche arcivescovo, o nobile o chicchessia, così da porre fine all'incontro in essere. A quanto pare anche il principe Filippo e la duchessa di Cambridge, cioè Kate Middleton, hanno adottato un simile sistema di segnali, ma Hugo Vickers non ha specificato quali.