Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Moda Salute Itinerari

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Elisabetta Canalis, perché a 40 anni la giovinezza non è finita

Attrice, showgirl, moglie e mamma: oggi l'ex velina spegne le candeline

di PIERO DEGLI ANTONI
Ultimo aggiornamento il 12 settembre 2018 alle 14:43
Elisabetta Canalis in una foto pubblicata sul suo profilo Instagram

Milano, 12 settembre 2018 - « Che bella età la mezza età» canticchiava Marcello Marchesi che di anni allora ne aveva 41. Oggi Elisabetta Canalis compie 40 anni e ci appare come la ragazzina di sempre, un grande avvenire davanti a sé. D’altronde, oggi di un settantenne si dice spesso «è ancora giovane», mentre un trentenne viene annoverato nella categoria “tarda adolescenza”. Elisabetta Canalis è una figura anomala nel panorama dello spettacolo italiano. Velina che non era velina, conduttrice che non è conduttrice, ospite che non è ospite, modella ma qualcosa di più, attrice a tempo ritrovato. Da Velina o ex Velina è riuscita ad affrancarsi dallo stereotipo della ragazzina monodimensionale che di solito si assegna a queste incaricate di micro-balli senza facoltà di parola. Con la sua personalità forte, a tratti spigolosa - da brava sarda - ha fatto capire che sotto la minigonna c’era di più.

Calendari sì, per carità, ma si percepiva sempre che a parte le (notevoli) dotazioni anatomiche anche il cervello portava una quarta. Di programmi tv ne ha frequentati parecchi: da “Striscia” appunto a “Controcampo”, da “Superciro” a “Mai dire gol”, dal “Festivalbar” a “Zelig” alle fiction “Carabinieri” e “Love Bugs” (lasciamo stare), a Sanremo edizione Morandi (2011). Ma ogni volta sembra che Elisabetta sia leggermente fuori posto, come un cardinale vestito di nero o un cestista senza canottiera. La tv italiana l’ha messa un po’ qui un po’ là, cercando di trovarle la posizione giusta, come un soprammobile esotico che non si sa dove collocare. E poi, certo, c’è stata la grande quanto misteriosa avventura col grande divo americano, il bello, affascinante, seducente George Clooney innamorato dell’Italia (vedi lago di Como) e anche delle italiane. Fidanzati sul serio o per posa? È vero che lei una notte scappò dalla villa di Laglio a piedi? Per ragioni contrattuali lei non ne ha mai voluto parlare, ma certo quella liaison l’ha resa famosa in tutto il mondo. Senza dimenticare il lungo idillio con Bobo Vieri.

Anima ribelle insoddisfatta di tutto, ha praticato il krav maga, micidiale metodo di lotta corpo a corpo inventato in Israele, poi imprenditrice a Los Angeles, la sua seconda patria, dove gestisce una palestra riabilitativa e dove vive col marito chirurgo ortopedico e la figlia Skyler (3 anni). Per darvi un’idea del personaggio, si definisce una «mamma camionista». Nella sua carriera un po’ qua e un po’ dall’Atlantico (ha partecipato a programmi americani tra cui la versione locale di “Ballando con le stelle”) ha avuto modo anche di incontrare il famigerato Harvey Weinstein. «L’ho conosciuto a una festa, ha fatto un po’ il cretino con me ma molestie vere e proprie non ne ho subite». Forse perché il vecchio volpone di Hollywood ha capito che l’avrebbe steso con un colpo di karatè.

Una vita, anzi due e tre, forse quattro, perenne insoddisfatta alla ricerca del proprio futuro. In fondo ha solo 40 anni, vedrete che si farà.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.