Elettra Lamborghini (LaPresse)
Elettra Lamborghini (LaPresse)

Milano, 25 maggio 2019 - Elettra Miura Lamborghini, discendente della famosa stirpe di costruttori di automobili, è ormai un personaggio popolare. Dopo essersi fatta conoscere in tv a Super Shore e a Riccanza, dopo aver inciso due hit tra il reggaeton e la trap, Pem pem e Mala, oggi è uno dei giudici del talent musicale di Raidue The Voice.
Come è il rapporto con i compagni di giuria?
«Benissimo con tutti. Certo, Guè (Pequeno) lo conoscevo già da parecchio...».

E con Morgan Come va? Quando era giudice a X Factor gli altri non lo sopportavano perché arrivava sempre in ritardo...
«Eh, be’... Morgan è Morgan... D’altronde anche io a volte arrivo in ritardo...».

Permetta una domanda impertinente: cosa c’entra Elettra Lamborghini con una giuria musicale?
«Ma come che c’entra? Tra le cantanti esordienti in Italia sono l’unica che ha avuto più di 50 milioni di visualizzazioni! Io competo con gli americani, credo sia motivo di orgoglio per l’Italia».

Dimenticavo: auguri. Lei ha appena festeggiato i 25 anni. E, a proposito di auguri, si legge che starebbe per sposarsi...
«Hanno scritto un sacco di cose non vere, e continuano a scriverle... Prima voglio pensare alla carriera, voglio spaccare un bel po’, voglio far conoscere l’Italia all’estero. Io sono competitiva».

Ha mai pensato a Sanremo?
«Mah... Sono più americana che da Sanremo, ma se capitasse perché no? Sarebbe una bellissima occasione».

Lei ha detto che parla spesso con Dio. La prima volta è avvenuto mentre volava in aereo. Come è successo di preciso?
«È stata come un’apparizione, io sono molto sensitiva».

Lei, oltre che credente, è anche praticante? Va regolarmente a Messa?
«Vado molto spesso in chiesa, ma non ci tengo a farlo sapere troppo. C’è gente che va in tv a dire che è stata a Medjugorje qui, Medjugorje lì... Può darsi che ci vada anch’io, anzi ci andrei volentieri se non fossi troppo presa dal lavoro. Molte mamme delle mie amiche sono molto credenti, può darsi che prima o poi mi aggreghi a uno di quei viaggi che organizzano...».

Cosa le ha portato la fede che prima non aveva?
«Mi ha insegnato a volermi bene. Io credo molto nel karma. Bisogna fare del bene per ricevere del bene, io ho sempre ricevuto del bene. Io sono buona, non ammazzo neanche una mosca. Se vedo qualcuno che butta fuori della spazzatura dal finestrino, la raccolgo e cerco di spiegargli perché non va bene. Sono pro alla giustizia. Se lo facessero tutti sarebbe un mondo diverso. Io non fumo mai, e purtroppo vedo invece i ragazzi che fumano per sembrare più grandi. Allora gli dico: ragazzi, siete tre volte più grandi se siete coscienti che il fumo fa male e che potete smettere. Adesso purtroppo il mondo va al contrario».

Lei non ha mai fumato?
«Ho cominciato quando ero piccolina. Poi però ho letto un libro che spiegava quanto fosse una cosa da stupidi e ho smesso. Io tra l’altro non sono germofobica, ma mi piace essere sempre pulita, non mi piace avere l’odore del fumo nei capelli».

Ha detto che lei non ammazza neanche una mosca. Ne deduco che è vegetariana...
«Sono stata vegana, adesso sto tornando non dico proprio vegetariana, ma crudista... Purtroppo soffro di molte allergie e molte cose non posso mangiarle, avevo gli esami del sangue che non erano a posto. Sono crudista, mangio quasi esclusivamente verdure. Non sono amantissima della carne».

Lei ha tranquillamente dichiarato di essere bisessuale...
«Adesso sono fidanzata (con il dj e produttore olandese Afrojack, ndr)».

...Oggi il fatto di essere gay è largamente accettato, ma si assiste anche a una reazione da parte di chi vuol difendere i valori più tradizionali pure in questo campo. Che ne pensa?
«Siamo nel 2019, una cosa del genere non ha senso. Appoggio la comunità gay. Molti, anzi tutti i miei amici, sono gay e sa una cosa? Si tratta di persone con una intelligenza e sensibilità clamorose».

Quale è stato il peggiore errore della sua vita?
«A volte, in passato, ho detto delle cose che non avevano senso. Considerando che sono una persona molto intelligente, ho fatto delle uscite che non erano alla mia altezza».

Cosa la fa arrabbiare?
«Se parlano male della mia famiglia divento cattiva. Non mi piacciono i materialisti, i superficiali, quelli che non vanno in fondo alle cose, le persone che hanno del potenziale ma non vogliono applicarsi».

Il suo sogno?
«Be’, se dovessi vincere un Grammy non mi farebbe schifo».

Cosa guarda in tv?
«Praticamente niente. Mi piacciono però i programmi di cucina. Io cucino molto bene. Il mio cavallo di battaglia sono le lenticchie».

Il brano della vita? 
«The Most Beautiful Girl in the World, di Prince. Quando ero piccola lo ascoltavo sempre».

Ha ancora tutte quelle Lamborghini in garage?
«Di questo preferisco non parlare».