Elettra Lamborghini
Elettra Lamborghini

Milano, 5 febbraio 2018 - Elettra Miura Lamborghini mette la retro. Dimenticatevi della giovane bella ricca ereditiera dell’omonima famiglia (suo nonno Ferruccio fondò la casa automobilistica, oggi in mani tedesche), protagonista di serie tv come «Riccanza» o «Super Shore» (sempre su Mtv). Oggi EML si presenta come cantante e preferisce un profilo decisamente meno vistoso.

Il titolo del suo disco appena uscito è «Pem pem», alquanto enigmatico. Che significa?

«Come posso dire... fare fiki fiki, una cosa peraltro che non faccio da molto tempo... battere il chiodo diciamo». (consultate Google sul significato preciso della locuzione, ndr).

Di che tipo di musica si tratta?

«Reggaeton. Io canto sempre reggaeton o trap, e sempre in spagnolo. Sono italiana, ma parlo meglio lo spagnolo, adoro il mondo latino e soprattutto latino-americano».

A proposito di spagnolo, perché in Spagna la chiamano «microonde»?

«Quella che calienta ma non cucina. Riscaldo, ma non cuocio. Una profumiera, come si dice da noi. Oppure f*** di legno».

Lei è convinta che la donna debba farsi corteggiare?

«Sono molto vecchio stampo. A me piacciono gli uomini che invece di usare i social ti scrivono una lettera. Se qualcuno dovesse farlo, apprezzerei moltissimo. Una volta si veniva sotto casa e si suonava il campanello. Oggi non lo fa più nessuno, si manda un whatsapp».

La conoscevamo come una ricca ereditiera che si godeva la vita, sembra che invece da tempo lei si sia messa di buzzo buono a studiare.

«Da tre anni vado a lezione di canto in una scuola a Bologna, dove le mie sorelline (Flaminia e Lucrezia, 18 anni, gemelle) studiano basso e batteria. In passato mi avevano già proposto di cantare ma non mi sentivo pronta».

Un tempo diceva che non le sarebbe dispiaciuto fare l’attrice.

«Oddio, ho cambiato idea. Ho studiato scuola di recitazione e teatro ma mi sono resa conto che fare una parte che non sia me stessa non mi piace. Tornavo a casa, avevo recitato il poliziotto o il pompiere, e mi dicevo: io chi sono? Preferisco essere me stessa».

Lei ha avuto un grande successo in programmi tv come «Riccanza». Perché secondo lei questo tipo di trasmissione ha avuto presa sui giovani?

«Può stuzzicare la curiosità – non dico l’invidia – delle persone nei confronti di chi vive bene. Io però mi sono distinta dagli altri partecipanti perché non mi piace esibire la mia ricchezza».

Però lei stessa ha promosso questa immagine con le foto da dolce vita su Instagram.

«Non ho mai postato cose esagerate sui soldi. Certo a Riccanza non potevo parlare di pizza Margherita se no sarebbe stato Masterchef... Riccanza racconta la vita dei ricchi ma con ironia. Altri programmi dello stesso tipo, invece, ti mettono la voglia di bruciare il televisore».

Su un’isola deserta quali sono le tre cose che porterebbe con lei?

«Sicuramente un libro, perché a me piace leggere. Amo i libri sulla filosofia di vita, conoscere se stessi, il linguaggio del corpo. Poi una coperta leopardata perché sono molto freddolosa. E infine del latte di soia: sono astemia e bevo solo quello».

In una videointervista tempo fa le chiedevano quante Lamborghini possedesse, e lei rispondeva: «Una, due, tre, quattro... non mi ricordo». Davvero non si ricorda quante Lamborghini possiede?

«Quel video è stato girato quando ero molto piccola, mi hanno messo le parole in bocca. Se potessi lo eliminerei. Però preferisco non smentire, così se ne parla di meno».

LAMBORGINI_23065696_211533

Quale è il suo uomo ideale?

«Non guardo molto al fisico. Mi piacciono gli uomini de panza, gli uomini di sostanza. Mi piacciono quelli che vanno in palestra, però mangiano quello che vogliono. Mi piace una persona che mi prende di testa, deve esserci una bella chimica. Sui social ormai basta poco per modificarsi la pancetta, rendersi un po’ più belli... a me interessa solo che quella persona mi voglia bene. Fin da piccola ho capito che spesso la gente mi vuole conoscere non solo per me stessa. Ormai ci metto un po’ a dare confidenza. Sono un po’ una freddona, però una volta che una persona mi piace sono la più dolce del mondo».

In questo momento è single?

«Singolissima».

Se non sbaglio lei ha anche attenzioni verso le donne.

«A me piacciono sia gli uomini che le donne. Sono bisessuale conclamata. Mi piacciono i biondi e le bionde».

Con chi vorrebbe uscire a cena?

«Ho avuto molte richieste da personaggi famosi, ma non mi interessano. A me piacciono i cantanti tutti tatuati, bad boys, soprattutto sudamericani».

Mi racconta il suo interno di famiglia da piccola?

«Ho avuto un’infanzia normale, sono sempre andata d’accordo con i miei genitori, non mi hanno sempre accontentata in tutto, e per questo li ringrazio. Oggi voglio far la mia strada da sola, invece di pensare tanto paga tutto paparino. Diciamo che sono tutta fumo e niente arrosto. Sembro una ragazza provocante e invece sono la più suora del mondo, la gente pensa che io sia una mantenuta e in realtà nel mondo della tv ho fatto tutto da sola e senza fare le porcherie che molte altre persone hanno fatto».

Cosa la commuove?

«Mi basta guardare un film dei Puffi e scoppio a piangere. Mi fanno piangere i filmati delle donne che partoriscono, oppure dei bambini piccoli. Mi piacciono i video delle persone che si sposano. Mi piace l’amore».

L’amore comprende necessariamente anche il sesso?

«Se devo dire la verità, adesso che sono cresciuta nelle persone cerco altro. Non dico che sono asessuata, ma talmente stufa di quello che ho visto nella mia vita – persone che non sono tanto interessate a te quanto alla tua fama, o ai tuoi soldi – che ormai impiego molto per lasciarmi andare».

A scuola come andava?

«Ero la prima della classe, esuberante. Un genio incompreso».