Linee essenziali e pulite, che traggono ispirazione dalle atmosfere dei primi anni Sessanta per celebrare il legame tra l’uomo e il tempo. Soprattutto, un orologio pensato per restare un’icona classica in grado di affascinare chiunque, indipendentemente dall’età, ispirato dal moto perpetuo dell’universo e dedicato alla Luna, oltre che al fascino ipnotico che da sempre esercita sulle persone. Stiamo parlando del nuovo modello Locman 1960 Fasi Lunari, riconoscibile dal design elegante che si ricollega al carattere glamour dei Fabolous Sixties, arricchito rispetto al modello classico e al cronografo con un calendario lunare posto a ore 6. Nell’arco di 29 giorni, 12 ore, 44 minuti e 3 secondi del ciclo lunare, chiamato mese sinodico, si alternano le quattro fasi della luna: luna nuova, luna crescente, luna piena e luna calante. Le quattro posizioni vengono rivelate nella finestrella dell’indicatore grazie a un movimento solo tempo al quarzo Moon Phase, che garantisce livelli di estrema precisione. "Credo - sottolinea il presidente della casa orologiaia elbana, Marco Mantovani - che la tendenza delle fasi lunari stia riguardando tutta l’orologeria, su tutti i livelli, perché è quanto di più romantico si può esprimere con un orologio a mio avviso. Non c’è tempo più naturale di quello scandito dalla Luna, alla quale tutti gli uomini guardavano per orientarsi.

È bello pensare che la Luna influenzi la nostra vita e che possiamo misurarne il corso nel cielo guardando l’orologio che abbiamo al polso". Una linea pensata per i giovani ma accessibile a tutti, visto anche il prezzo contenuto (il 1960 Fasi Lunari è disponibile da 269 euro), che si inserisce tra le punte di diamante di Locman. Il quadrante di questo nuovo modello, in consegna in questi giorni, è in versione smaltata o effetto sunray ed è sormontato da un vetro minerale con trattamento zaffiro. La cassa piatta da 41 mm, impermeabile fino a 5 Atm, è disponibile in acciaio lucido o in acciaio con rivestimento Pvd Rose Gold e si abbina a un elegante cinturino in pelle, oppure a un bracciale in acciaio in morbida maglia Milano.

Federico Rota