9 gen 2022

Eleanor, la First Lady che governò l’America

Sessant’anni fa moriva la moglie di Roosevelt, il presidente del New Deal e della conferenza di Yalta. Paladina dei diritti civili e icona gay

cesare de carlo
Magazine

di Cesare De Carlo Le persone – sentenziava Eleanor Roosevelt – si dividono in tre categorie: quelle che parlano di altre persone, quelle che parlano di fatti, quelle che parlano di idee. Menti piccole, menti mediocri, menti grandi. Ovviamente lei si considerava una mente grande. E a ragione. In un’epoca in cui una donna era vista come sposa obbediente, madre premurosa, e nella upper class maestra di buone maniere, la moglie di Franklin Delano era più di un’eccezione. Era una rivoluzione. E non perché consolidasse la presunzione di una dinastia per la quale la Casa Bianca era un affare di famiglia. Lo zio Theodore presidente, il cugino Franklin marito e presidente, lei stesso cognome, First Lady dal 1933 al 1945. Nessun’altra tanto a lungo. Eleanor pensava in grande. E agiva in grande forzando e sfruttando i privilegi dell’establishment democratico. Se lo poteva permettere. Apostola della parità di genere, antesignana delle battaglie politiche e sociali che più tardi negli anni Sessanta, con Lyndon B. Johnson, si sarebbero tradotte nella Great Society, cioè nel progetto che avrebbe dovuto sradicare le ingiustizie sociali. Se oggi se ne parla, nel 60° anniversario della sua morte, è perché dietro il New Deal c’era lei e perché senza di lei il marito fedifrago non avrebbe potuto guidare la nazione prima e durante la seconda guerra mondiale. Anzi c’è da scommettere che se a Yalta, nel febbraio 1945, ci fosse stata lei e non lui, Stalin non ne sarebbe uscito con la satellitizzazione dell’Europa dell’est. Franklin D. in sedia a rotelle era un pallido fantasma. Sarebbe morto due mesi dopo. E da allora mai più di due mandati presidenziali. Franklin D. Roosevelt invece di mandati ne aveva avuto quattro. L’ultimo nel novembre ’44. Fu lei, Eleanor, a curare la campagna elettorale. Come e più delle precedenti tre. Franklin ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?