Una scena del film – Foto: Walt Disney Pictures
Una scena del film – Foto: Walt Disney Pictures
Se un elefantino può volare, noi spettatori possiamo sognare: giovedì 28 marzo esce nelle sale cinematografiche italiane 'Dumbo' (regia di Tim Burton), remake con attori in carne e ossa dell'omonimo film d'animazione distribuito da Walt Disney Pictures nel 1941. Ecco tutto quello che possiamo raccontare senza incappare in spoiler che non siano già contenuti nel trailer.

DUMBO, IL FILM
Alla regia troviamo Tim Burton, vale a dire colui che in passato ha diretto film come 'Edward mani di forbice', 'La sposa cadavere', 'Il mistero di Sleepy Hollow' e 'Big Fish', e che in 'Dumbo' ritrova alcuni dei suoi temi prediletti: la poesia di coloro che sono strani, il valore della famiglia e il mondo del circo.

Lo sceneggiatore è invece Ehren Kruger, autore per esempio di 'The Ring' (il remake statunitense), 'I fratelli Grimm e l'incantevole strega', i 'Transformers' dal 2 al 4 e anche il 'Ghost in the Shell' con attori in carne e ossa.

LA TRAMA
La storia è quella di un veterano di guerra ed ex stella del circo che, tornato mutilato dal fronte, si ritrova controvoglia ad accudire un cucciolo di elefante. Le prospettive sue e del circo cambiano in positivo quando la figlia e il figlio del veterano scoprono che l'elefantino sa volare, fatto che attira le attenzioni di un potente impresario. Le mire di quest'ultimo, insieme alla separazione di Dumbo dalla madre, conducono a esiti inattesi.

IL CAST
Il veterano Holt Farrier è interpretato da Colin Farrell ('The Lobster', 'In Bruges'), mentre i suoi due figli sono gli esordienti Nico Parker e Finley Hobbins. Altri volti noti sono quelli di Danny DeVito (il padrone del circo di Holt), Michael Keaton (l'impresario affascinato da Dumbo), Eva Green (la trapezista che lavora per l'impresario) e Alan Arkin (un potente banchiere).

IL TRAILER


I REMAKE IN LIVE ACTION
'Dumbo' fa parte di un progetto più ampio gestito da Walt Disney Pictures: la realizzazione di una serie di film con attori in carne e ossa che siano remake di suoi classici dell'animazione. Abbiamo ad esempio già visto 'La bella e la bestia' e 'Il libro della giungla' e nel corso del 2019 potremo goderci anche i nuovi 'Aladdin' e 'Il re leone'.

IL GIOCO DI PAROLE SUL NOME DUMBO
A un certo punto del film, quando l'elefantino viene portato per la prima volta in scena, qualcosa va storto, un cartello si rompe, cadono un paio di lettere e, grazie a un cambio di iniziale, il nome dell'elefante diventa Dumbo.

A questo punto alcune persone del pubblico iniziano a prenderlo in giro dicendo che è stupido. Il gioco di parole, rimasto inalterato nella versione doppiata in italiano, si basa sul fatto che in inglese la parola "dumb" significa appunto "tonto", "stupido".

DUMBO, LE RECENSIONI
È innegabile che 'Dumbo' abbia una sceneggiatura di grana grossa, con personaggi spesso bidimensionali e uno sviluppo narrativo fin troppo pilotato: sono gli aspetti che hanno maggiormente determinato le critiche negative. È anche vero, però, che nonostante questi difetti il film riesce a emozionare e a farci fare il tifo per i suoi protagonisti: da qui le recensioni positive.

Al potenziale pubblico, dunque, ci permettiamo di dare un consiglio: entrare in sala disposti alla leggerezza e al sogno e a farsi incantare nonostante i difetti di 'Dumbo'. In questo caso, la visione sarà più che soddisfacente.

Un'avvertenza infine: gli spettatori più piccoli potrebbero non gradire i momenti nei quali il lutto, la tristezza e lo sconforto dominano lo schermo. Sono emozioni e situazioni figlie di una complessità emotiva che potrebbe sfuggire ai bambini e che potrebbe confonderli.

Leggi anche:
- Aladdin, il film. Ecco il nuovo e spettacolare trailer
- Il re leone (2019), ecco il primo trailer del nuovo film: promette bene
- Avengers: Endgame, ecco perché il film durerà oltre 3 ore