Sidney Poitier il giorno dell'assegnazione dell'Oscar alla carriera, nel 2002
Sidney Poitier il giorno dell'assegnazione dell'Oscar alla carriera, nel 2002

A poche ore dall'annuncio della morte dell'attore e regista Sidney Poitier, avvenuta il 6 gennaio 2022 all'età di 94 anni, scopriamo che è in lavorazione per conto di Apple un documentario che racconterà la sua vita e l'impatto che ha avuto nel mondo del cinema e in quello della cultura afroamericana. A produrlo sarà Oprah Winfrey, autentica forza della natura in terra statunitense: è quella che ha intervistato il principe Harry e Meghan Markle, per dire. La regia sarà invece firmata da Reginald Hudlin, che porta in dote soprattutto l'esperienza maturata dirigendo il documentario 'The Black Godfather', incentrato sulla figura del produttore discografico e cinematografico Clarence Avant, uno che ha lavorato dietro le quinte per tutta la vita, ma che è stato dietro le quinte di alcune delle realtà più seminali della cultura black.

Il documentario su Sidney Poitier

Il film biografico su Sidney Poitier era nell'aria da circa un anno, gestito da Harpo Productions (di Oprah Winfrey) in collaborazione con la famiglia Poitier, ma, come spesso accade in questi casi, le cose stavano procedendo molto lentamente. La morte del grande attore e regista ha dato quella spinta che mancava, tanto che ora di questo documentario stanno parlando le principali testate statunitensi e pure noi. Sarà un Apple Original Film e dunque uscirà in streaming su Apple TV+, anche se al momento non è stata ufficializzata alcuna data di pubblicazione.

Dal canto suo, la vita di Sidney Poitier è particolarmente interessante, in vista di un docufilm: è stato infatti una figura centrale dell'integrazione degli afroamericani all'interno del mondo del cinema hollywoodiano, portando su grande schermo personaggi affidabili, perbene, orgogliosi ma non minacciosi. Caratteristiche che gli hanno talvolta portato delle critiche, soprattutto da parte quei cineasti che preferivano un immaginario decisamente meno accomodante nei confronti dei bianchi (vedi molti esponenti della blaxploitation). Ma anche caratteristiche che innegabilmente hanno aperto la strada a carriere come quelle di Morgan Freeman, Denzel Washington e compagnia bella. La vicenda umana e professionale di Sidney Poitier si intreccia quindi con la storia dell'ancora irrisolta questione afroamericana, e ciò ne fa un argomento validissimo per un documentario.

A proposito: sono settimane molto frizzanti per Apple, che sta annunciando una serie di progetti parecchio interessanti. Per esempio il biopic di Audrey Hepburn con protagonista Rooney Mara (e la regia di Luca Guadagnino) e il film sulla Formula 1 con Brad Pitt (e la consulenza di Lewis Hamilton).