I clienti-manichini del The Inn at Little Washington - Foto: instagram/innatlittlewash
I clienti-manichini del The Inn at Little Washington - Foto: instagram/innatlittlewash

Man mano che in giro per il mondo vengono ridotte le restrizioni per l'emergenza Coronavirus, i ristoranti si preparano a riaprire provando a convivere con le norme della "fase 2" come meglio possono, e in primis con l'obbligo del distanziamento sociale. Un ristorante tre stelle Michelin degli Stati Uniti ha deciso di sdrammatizzare la situazione facendo accomodare dei manichini ai tavoli che dovrà lasciare vuoti. Una trovata divertente o inquietante? L'idea sarebbe quella di dare vita a una sorta di allestimento teatrale, poi saranno i clienti a giudicare.

Il lussuoso The Inn at Little Washington, nello stato della Virginia, ha in programma di tornare in attività a partire dal 29 maggio, dopo settimane di chiusura forzata causa lockdown, con l'obbligo di rispettare il protocollo che imporrà una capienza ridotta del 50%. Gli ospiti avranno quindi come vicini i manichini a grandezza naturale abbigliati in stile anni '40, con cui i camerieri interagiranno versando loro il vino e domandando se la serata sta procedendo bene. Il personale indosserà inoltre mascherine decorate con il sorriso di Marilyn Monroe e il mento di George Washington.

Un espediente simile è già stato messo in pratica nei giorni scorsi anche in un ristorante tedesco, l'Haase di Laatzen vicino ad Hannover, che ha affollato la sala con fantocci seduti ai tavoli per allentare la sensazione di vuoto. A quanto pare i primi clienti, dopo l'iniziale perplessità, si sono divertiti e hanno apprezzato la messinscena.


Leggi anche:
- In Svezia apre il ristorante per una sola persona, a prova di Coronavirus
- Il Principe Carlo 'chef': la sua ricetta di comfort food
- Quanto bisogna aspettare per prenotare a un ristorante stellato?