di Eva Desiderio La moda riparte, nel segno della gioia e della giovinezza. Con speranza, forza, positività, vita e futuro. Nei baci tra ragazzi, nell’emozione gender, nei sorrisi e negli abbracci di una intera generazione che vive il presente ma soprattutto vuole costruirsi il “suo” futuro. Un messaggio mai tanto desiderato dopo il lockdown e con la enorme crisi che il settore sta patendo per colpa del Covid-19, che arriva nel primo giorno della Milano Digital Fashion Week che si è aperta ieri col video emozionante e con la passerella di vita vera di MSGM, marchio presto completamente plastic free disegnato da Massimo Giorgetti che lo ha fondato e lo porta avanti anche come imprenditore. Per la Resort donna 2021 e la collezione uomo della prossima...

di Eva Desiderio

La moda riparte, nel segno della gioia e della giovinezza. Con speranza, forza, positività, vita e futuro. Nei baci tra ragazzi, nell’emozione gender, nei sorrisi e negli abbracci di una intera generazione che vive il presente ma soprattutto vuole costruirsi il “suo” futuro. Un messaggio mai tanto desiderato dopo il lockdown e con la enorme crisi che il settore sta patendo per colpa del Covid-19, che arriva nel primo giorno della Milano Digital Fashion Week che si è aperta ieri col video emozionante e con la passerella di vita vera di MSGM, marchio presto completamente plastic free disegnato da Massimo Giorgetti che lo ha fondato e lo porta avanti anche come imprenditore.

Per la Resort donna 2021 e la collezione uomo della prossima estate Giorgetti lancia il mantra di stagione "Non so dove, ma insieme" che appare su felpe e t-shirt e poi ancora una frase simbolo del volume Fluo scritto da Isabella Santacroce, di Riccione come lo stilista, che inneggia alle emozioni come "Voglio che il mio cuore batta per sempre e voglio la vita addosso, il cielo sopra, la sabbia sotto e l’amore sempre tra le mani".

Pensieri rivolti alla generazione anni Novanta ancora validissimi, vista la gioia di vivere che esplode dal video firmato da Luca Finotti e girato tra i prati verdi e fioriti di una nuova Milano. I ragazzi si baciano, si toccano, si abbracciano, si fanno scherzi. Sono tra gli altri Francesco Cicconetti, attivista trans anche lui di Rimini, Naomi Oke fashion designer, Camilla Vettore campionessa di nuoto sincronizzato, Matteo Tagliabue modello, tutti in arrivo dal mondo e con in tasca il futuro. "Dopo mesi chiuso in casa ho sentito una grand voglia di natura – dice Massimo Giorgetti – e ho capito che anche i giovani di oggi hanno questa voglia bucolica. Poi ho visto i fiori sotto i grattacieli, i parchi verdissimi e ho deciso con Finotti di scattare il video delle collezioni a Milano". Pezzi di città che diventano stampe, abiti romantici e moderni, il casting fatto tutto su Instagram, la voglia di gender e il coraggio di voler essere felici: così MSGM racconta la società. Tanta moda maschile in queste giornate sempre mischiata però al femminile delle precollezioni, finora troppo trascurate e invece vero cuore della creatività e del business sopravvissuto alla pandemia.

Ed ecco la grinta e la grazia di Alberta Ferretti che fa un Grand Tour fra le bellezze d’Italia per lanciare la collezione Resort 2021 sullo sfondo di Piazza San Marco a Venezia o del Colosseo a Roma, del mare di Napoli o del Bosco Verticale o la Galleria a Milano. Modelle eleganti e contemporanee in tailleur pantaloni fucsia o tabacco, abiti fluidi in chiffon per una sera di una pura semplicità, stampe che si rincorrono su vestaglie sontuose, fiori a tutto romanticismo. Il blu, il bianco e il bluette si inseguono e avvolgono il corpo delle donne che amano vestire Alberta Ferretti che crede nella moda vera, quella realizzata bene nei suoi laboratori e stabilimenti a Cattolica sotto il segno felice del Gruppo Aeffe. È un racconto a più voci, con stili multipli a confronto, quello che ha immaginato Miuccia Prada per The show that never happened girato negli spazi della Fondazione Prada con giochi di prospettive e di visioni. Cinque capitoli per mettere in scena con modelli e modelle che si muovono a gruppi il significato della quintessenza di Prada che torna al suo eccelso minimalismo per lei e per lui, enfatizzato nella camicia bianca, nei completi severi e neri, negli abiti semplici che tali sono perché i tempi si sono fatti complessi. Cinque film per segnare il gran ritorno negli abiti maschili del nylon Prada aggiornato nella tecnologia.

E mentre la Camera della Moda fa volare la sua passerella on line, ecco che anche Pitti Immagine lancia il suo Pitti Connect digitalissimo, da domani al 9 ottobre.