28 gen 2022

DGA Awards 2022, le nomination: ecco i migliori registi dell'anno

La Directors Guild of America candida Steven Spielberg, Jane Campion, Denis Villeneuve, Kenneth Branagh e Paul Thomas Anderson

Steven Spielberg, Jane Campion, Denis Villeneuve, Kenneth Branagh e Paul Thomas Anderson
Steven Spielberg, Jane Campion, Denis Villeneuve, Kenneth Branagh e Paul Thomas Anderson

In vista degli Oscar 2022, le nomination della DGA rappresentano un precedente di enorme importanza e dunque bene per i candidati ai premi del 2022: Steven Spielberg per 'West Side Story', Jane Campion per 'Il potere del cane', Denis Villeneuve per 'Dune', Kenneth Branagh per 'Belfast' e Paul Thomas Anderson per 'Licorice Pizza'. Il vincitore sarà annunciato il 12 marzo e potrà iniziare a preparare il discorso di ringraziamento in vista dei premi dell'Academy, perché solamente otto volte in 73 anni chi ha conquistato il premio della DGA non ha poi agguantato pure l'Oscar.

DGA 2022, le nomination per la migliore regia

La Directors Guild of America (DGA) è infatti l'associazione che rappresenta gli interessi di chi si occupa di regia al cinema e in televisione all'interno dell'industria statunitense. Funziona come un sindacato e i suoi membri sono registi oppure appartengono alla cosiddetta unità di regia, che prevede ad esempio gli assistenti, i production manager e via dicendo. Molti di essi fanno anche parte dell'Academy e dunque hanno voce in capitolo per stabilire le candidature e le vittorie agli Oscar. L'anno scorso, per esempio, la DGA incoronò Chloé Zhao ('Nomadland'), lanciandola verso la conquista dell'Oscar.

Le nomination di quest'anno rappresentano la prima volta per Kenneth Branag e la seconda per il terzetto composto da Jane Campion (la precedente fu per 'Lezioni di piano'), Denis Villeneuve ('Arrival') e Paul Thomas Anderson ('Il petroliere'). Dal canto suo, Steven Spielberg è alla dodicesima candidatura (la prima volta per 'Lo squalo'): tre di esse si sono trasformate in vittorie, grazie a 'Il colore viola', 'Schindler's List' e 'Salvate il soldato Ryan'. E nel 2000 gli è stato pure dato il premio alla carriera, che quest'anno sarà invece consegnato a Spike Lee.
 

Le candidature per il migliore debutto

Contestualmente, la DGA ha anche rivelato le nomination per il migliore esordio alla regia. Anche in questo caso siamo di fronte a un parterre di nomi, e di film, molto interessanti:

Maggie Gyllenhaal per 'The Lost Daughter'
Rebecca Hall per 'Passing'
Tatiana Huezo per 'Prayers for the Stolen'
Lin-Manuel Miranda per 'Tick, Tick… Boom!'
Michael Sarnoski per 'Pig'
Emma Seligman per 'Shiva Baby'
 

Le altre candidature

Meno importanti dei premi dedicati al cinema, soprattutto perché non hanno eco negli Oscar, sono i riconoscimenti della DGA dedicati alla televisione. Segnaliamo che le nomination di quest'anno certificano l'eccellenza della serie TV 'Succession', che conquista tutte e cinque le candidature per la migliore regia di uno show drammatico (ognuna per un differente episodio). Molto bene anche 'Ted Lasso', che mette in saccoccia tre nomination nella categoria riservata agli show comedy: le altre due sono per 'Hacks' e 'The White Lotus'.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?