Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
25 mag 2022

Johnny Depp e le regine di cuori. Che lo difendono

Da Courtney Love a Eva Green, cantanti e attrici schierate con l’attore nella causa per diffamazione contro la ex. Oggi testimonia Kate Moss

25 mag 2022
barbara berti
Magazine
featured image
Courtney Love, Vanessa Paradis, Kate Moss, Eva Green
featured image
Courtney Love, Vanessa Paradis, Kate Moss, Eva Green

"Il pirata dei Caraibi" cala il poker d’assi. Anzi di regine di cuori. Il processo per diffamazione intentato dal divo di Hollywood Johnny Depp contro l’ex moglie Amber Heard è giunto alle battute finali. Siamo nell’ultima settimana di dibattimento, è il momento delle testimonianze.

Anche se l’aula della corte di FairFaxin in Virginia sembra sempre più la scena di una legal soap, tra telecamere, dirette streaming, social media e tanto gossip, il nocciolo della questione non va dimenticato: Depp accusa la Amber di avergli rovinato per sempre la carriera per aver scritto un articolo sul 'Washington Post' nel 2018 descrivendosi, pur senza mai nominarlo, come vittima di violenza domestica. Per questo chiede un risarcimento di 50 milioni di dollari. Nelle ultime ore le testimonianze in difesa del divo di Hollywood si stanno moltiplicando. La cantautrice americana Courtney Love non ha deposto in udienza, ma ha deciso di esprimersi a favore di Depp pubblicando un video su YouTube. "Johnny mi ha fatto la rianimazione cardiopolmonare nel 1995, quando sono andata in overdose fuori dal Viper Room (locale cult di cui Depp era co-proprietario, ndr)" racconta nel video.

La vedova di Kurt Cobain fa poi alcuni riferimenti a come l’attore si sia preso cura di sua figlia Frances: "Quando ero strafatta e Frances era alle prese con tutti quegli assistenti sociali, Johnny le ha mandato una lettera di quattro pagine, che lei non mi ha mai fatto vedere… Mandava la sua limousine a prendere mia figlia a scuola, per portare lei e le sue amiche a vedere ‘I Pirati dei Caraibi’. Lo ha fatto un sacco di volte e alle prime dei film le faceva riservare una poltrona con il suo nome sopra. Io non ho mai visto quei film, ma Frances li adorava. Quando aveva 13 anni, mi ha detto ‘Mamma, lui mi ha salvato la vita’. E lo ha poi detto di nuovo".

La Love ha, però, ammesso di provare molta empatia nei confronti della Heard perché sa "come ci si sente ad essere odiate". Altra regina pro-Deep è Eva Green. I due hanno lavorato insieme in 'Dark Shadows' (2012) di Tim Burton. "Non ho dubbi sul fatto che Johnny ne uscirà con il suo buon nome salvo e che il mondo si accorgerà del suo buon cuore, per lui le per la sua famiglia a vita sarà più bella di quanto lo sia mai stata in precedenza" scrive l’attrice anglo-francese su Instagram.

L’ex compagna Vanessa Paradis (14 anni insieme e due figli, Lily-Rose Depp e John "Jack" Christopher Depp III), è sempre stata dalla parte di Deep tanto che si era resa disponibile anche a testimoniare in tribunale a Londra durante il primo processo, quello che l’attore ha perso contro il tabloid britannico 'The Sun' (idem per l’ex fidanzata Winona Ryder).

La quarta donna di cuori di Deep è Kate Moss: è lei la super teste che renderà la sua testimonianza oggi. L’ex supermodella britannica, infatti, si collegherà in videoconferenza all’aula del tribunale di Fairfax. L’ex fidanzata dell’attore ( sono stati insieme tra il 1994 e il 1997) è chiamata a deporre dalla Heard che l’ha menzionata due volte nel corso delle sue deposizioni asserendo di aver sentito dire che Depp l’avrebbe spinta giù dalle scale. Secondo i rumors, pero, la Moss testimonierà a favore dell’attore.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?