In posa al photocall: Catherine Deneuve (77 anni) ieri. a Cannes
In posa al photocall: Catherine Deneuve (77 anni) ieri. a Cannes
Uno dei momenti più toccanti di questo festival di Cannes: diciotto mesi dopo l’ischemia che la aveva colpita, Catherine Deneuve ha fatto la sua prima apparizione pubblica per presentare il suo nuovo film, De son vivant, fuori concorso L’attrice, 77 anni, sabato sera è apparsa raggiante, vestita di nero, in lungo, con un enorme sorriso offerto ai fotografi e al pubblico. Ha posato a lungo davanti agli obiettivi, e la grande sala Lumière le ha riservato una lunghissima standing ovation. "Sono contenta che Cannes e il cinema abbiano potuto...

Uno dei momenti più toccanti di questo festival di Cannes: diciotto mesi dopo l’ischemia che la aveva colpita, Catherine Deneuve ha fatto la sua prima apparizione pubblica per presentare il suo nuovo film, De son vivant, fuori concorso L’attrice, 77 anni, sabato sera è apparsa raggiante, vestita di nero, in lungo, con un enorme sorriso offerto ai fotografi e al pubblico. Ha posato a lungo davanti agli obiettivi, e la grande sala Lumière le ha riservato una lunghissima standing ovation.

"Sono contenta che Cannes e il cinema abbiano potuto riprendere come prima. È molto emozionante per me", ha confidato poi ieri l’attrice, visibilmente commossa. In De son vivant, firmato dalla regista Emmanuelle Bercot, Catherine Deneuve interpreta la madre di un uomo trentenne, Benoît Magimel, condannato da un cancro.

L’attrice di Bella di giorno di Buñuel, la diva che fu compagna di Marcello Mastroianni, dando vita per anni a una coppia di fascino stellare, la musa di registi come François Truffaut, Roman Polanski – o anche Mario Monicelli, Ferreri, Bolognini – nel novembre 2019 era stata vittima di un malore mentre era nel pieno delle riprese di De son vivant. Per una circostanza fortunata, le riprese si stavano svolgendo all’interno di un ospedale: Catherine era stata immediatamente ricoverata. Primi giorni di angoscia, notizie che non filtravano, poi i comunicati medici che parlano di "lieve ischemia, reversibile". La convalescenza in un centro di rieducazione parigino, un lungo periodo di riabilitazione. E adesso, finalmente, Deneuve è tornata a mostrarsi al mondo.

Alla conferenza stampa del film, ieri, la Deneuve ha scelto di non parlare del suo stato di salute. I giornalisti non erano autorizzati a fare allusioni alle sue condizioni, a parte un "come sta?" iniziale, da parte della moderatrice, "a nome di tutti i cronisti presenti". E la Deneuve ha risposto, semplicemente, "Je vais bien". Vestita di nero con una mascherina rosa, non riesce però a nascondere che quella di sabato non è stata una première come le altre. "Non sono mai stata tanto emozionata, entrando in una sala", dice.

E continua: "Quella di De son vivant è stata una lavorazione travagliata perché poco dopo l’inizio delle riprese ci si è dovuti fermare a causa mia, poi è arrivata la pandemia e sono trascorsi mesi, poi la ripresa dei contagi ha ancora rallentato gli ultimi ritocchi. Ma forse tutto questo è servito a noi attori, ci ha dato più tempo per pensare, abbiamo scoperto dentro di noi sensazioni che non conoscevamo. A ripensarci questo tempo mi ha molto cambiata, ha mutato il mio rapporto con la vita. Ed è ciò che Emmanuelle ci chiedeva di offrire a questa storia", conclude. Nel cast del film, oltre alla Deneuve e a Benoît Magimel, anche Cécile de France.

Giovanni Bogani