Foto: alexxx1981/iStock
Foto: alexxx1981/iStock
Gli scienziati già erano a conoscenza del fatto che i delfini utilizzano il loro particolare verso per comunicare con gli altri membri del branco. Una recente ricerca ha però aggiunto un tassello importante, identificando un sistema di relazioni più complesso di quanto ipotizzato finora. L'indagine è stata condotta presso la University of Western Australia, coordinata dalla biologa Stephanie King, e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Current Biology.

IL SISTEMA DI COMUNICAZIONE DEI DELFINI
L'assunto di partenza è che ogni gruppo di animali, esattamente come accade con gli umani, necessita di un qualche tipo di comunicazione per organizzare relazioni. Nel caso dei delfini si tratta di costruire alleanze durature per garantirsi l'accesso al cibo e alle femmine della specie e per difendersi dai pericoli esterni al gruppo. Come tenere insieme un network sociale di questo tipo?

UN FISCHIO DIVERSO PER OGNI DELFINO
Dopo aver trascorso un decennio a registrare e confrontare i versi dei delfini nella Shark Bay, la conclusione cui è giunto il gruppo di ricercatori è che ogni delfino adotta un verso differente dagli altri esemplari della sua specie. Una sorta di "nome o di carta d'identità" che lo aiuta a tenere traccia "di chi è amico, chi è amico di amici e chi è invece un avversario". È una deduzione che si discosta da quanto ipotizzato sinora, e cioè che questi animali adottassero dei fischi organizzati secondo standard sonori più indistinti.

I DELFINI SONO SIMILI AGLI UMANI
L'ipotesi di King e colleghi sostiene che il loro sistema di comunicazione sia molto più articolato e che consenta di formare e mantenere relazioni interpersonali sfaccettate e stratificate. All'interno di un singolo branco, dunque, il sistema sociale risulterebbe estremamente complesso. Con le parole della King: "Ci sono molte somiglianze tra la società umana e quella dei delfini".

Leggi anche:
- Gli uomini che si prendono cura dei bambini piacciono di più
- Api-robot per impollinare le piante, il prototipo dall'Olanda
- I primi cuccioli di leone concepiti con inseminazione artificiale