Roma, 14 febbraio 2018 - Arrivano le nomination al David di Donatello 2018. Nella sede Rai di viale Mazzini sono stati ufficializzati in conferenza stampa i candidati al premio dei film usciti al cinema dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017. Mercoledì 21 marzo si terrà la cerimonia di premiazione della 62esima edizione dei premi, in diretta in prima serata su Rai 1. La conduzione dell'edizione 2018 è affidata a Carlo Conti.

AMMORE E MALAVITA VOLA - Ammore e malavita dei Manetti Bros. ottiene 15 candidature. Tra queste miglior film, regia, attore. Seguono con otto candidature La tenerezza di Gianni Amelio e Nico 1988, sette invece per la commedia di Paolo Genovese The Place. 

Ecco tutte le nomination:

MIGLIOR FILM - A Ciambra, prodotto da Stayblack Productions, Jon Coplon, Paolo Carpignano, con Rai Cinema per la regia di Jonas Carpignano; Ammore e malavita, prodotto da Carlo Macchitella e Manetti Bros., con Rai Cinema per la regia dei Manetti Bros; Gatta Cenerentola, prodotto da Luciano Stella e Maria Carolina Terziper Mad Entertainment, con Rai Cinema per la regia di Alessandro RAK, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone; La tenerezza, prodotto da Agostino, Maria Grazia e Giuseppe Saccà per Pepito Produzioni, con Rai Cinema per la regia di Gianni Amelio; Nico, 1988, prodotto da Marta Donzelli e Gregorio Paonessa per Vivo Film, con Rai Cinema, Joseph Rouschop e Vale'rie Bournonville per Tarantula per la regia di Susanna Nicchiarelli.

MIGLIOR REGIA - A Ciambra, Jonas Carpignano; Ammore e malavita, Manetti bros; La tenerezza, Gianni Amelio; Napoli velata, Ferzan Ozpetek; The Place, Paolo Genovese.

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA - Antonio Albanese per Come un gatto in tangenziale, Nicola Nocella per Easy - Un viaggio facile facile, Renato Carpentieri per La tenerezza, Alessandro Borghi per Napoli Velata, Valerio Mastrandrea per The Place.

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA - Paola Cortellesi per Come un gatto in tangenziale, Jasmine Trinca per Fortunata, Valeria Golino per Il colore nascosto delle cose, Giovanna Mezzogiorno per Napoli Velata, Isabella Ragonese per Sole cuore amore.

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA - Carlo Buccirosso per Ammore e malavita, Alessandro Borghi per Fortunata, Elio Germano per La tenerezza, Peppe Barra per Napoli Velata, Giuliano Montaldo per Tutto quello che vuoi

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA - Claudia Gerini per Ammore e malavita, Sonia Bergamasco per Come un gatto in tangenziale, Micaela Ramazzotti per La tenerezza, Anna Bonaiuto per Napoli velata, Giulia Lazzarini per The Place

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE - Brutti e cattivi, Cosimo Gomez; Cuori puri, Roberto De Paolis; Easy-Un viaggio facile facile, Andrea Magnani; I figli della notte, Andrea De Sica; La ragazza nella nebbia, Donato Carrisi. 

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE - A Ciambra, Jonas Carpignano; Ammore e malavita, Manetti Bros., Michelangelo La Neve; La ragazza nella nebbia, Donato Carrisi; Nico, 1988, Susanna Nicchiarelli; Tutto quello che vuoi, Francesco Bruni.

MIGLIOR FILM DELL'UNIONE EUROPEA - 120 battiti al minuto, di Robin Campillo (Teodora Film); Borg McEnroe, di Janus Metz Pedersen (Lucky Red); Elle, di Paul Verhoeven (Lucky Red); Loving Vincent, di Dorota Kobiela e Hugh Welchman (Adler Entertainment, Nexo Digital); The Square, di Ruben Ostlund (Teodora Film).

MIGLIOR FILM STRANIERO - Dunkirk, di Christopher Nolan (Warner Bros. Entertainment Italia); L'insulto, di Ziad Doueiri (Lucky Red); La La Land, di Damien Chazelle (01 Distribution); Loveless, di Andrey Zvyagintsev (Academy Two); Manchester by the Sea, di Kenneth Lonergan (Universal Pictures International Italy)

L'apposita Giuria, composta dal presidente Andrea Piersanti, Francesca Calvelli, Enzo Decaro, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti, ha comunicato le cinquine del miglior cortometraggio.

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO - Bismillah, di Alessandro Grande, Confino, di Nico Bonomolo; La giornata, di Pippo Mezzapesa; Mezzanotte zero zero, di Nicola Conversa; Pazzo & Bella, di Marcello Di Noto. Il miglior cortometraggio Premio David di Donatello 2018 è: Bismillah di Alessandro Grande. 

Oltre 6.000 giovani delle scuole superiori di tutta Italia votano per il DAVID GIOVANI - Gatta Cenerentola, di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Saonsone; Gramigna - Volevo una vita normale, di Sebastiano Rizzo; Sicilian Ghost Story, di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza; The Place, di Paolo Genovese; Tutto quello che vuoi, di Francesco Bruni.