Darren Aronofsky e Brendan Fraser
Darren Aronofsky e Brendan Fraser

Il nome Darren Aronofsky richiama subito alla mente film dalle tematiche complesse e dolorose: vedi 'Il cigno nero', 'Madre!', 'The Wrestler' o 'Requiem for a Dream'. Il suo prossimo lavoro per il cinema resta nel solco tracciato da una carriera ormai ventennale: si intitola 'The Whale', è l'adattamento dell'omonimo testo teatrale e ha per protagonista Brendan Fraser ('La mummia', 'Crash: contatto fisico'). La storia parla d'amore: quello da riconquistare con una figlia e quello da superare per un compagno morto.


The Whale, il film di Darren Aronofsky e Brendan Fraser

Scritto da Samuel D. Hunter, 'The Whale' ha debuttato sui palcoscenici off-Broadway nel 2012 e ha vinto due dei maggiori premi del teatro indipendente statunitense: il Drama Desk Award e il Lucille Lortel Award. Racconta la storia di un uomo di mezz'età che pesa 270 chili: si chiama Charlie e lo incontriamo mentre cerca di riconquistare l'affetto della figlia diciassettenne, con la quale ha un pessimo rapporto da quando ha abbandonato lei e la famiglia per vivere con il suo amante gay. La morte di quest'ultimo ha spinto Charlie a rifugiarsi nel cibo, assunto in maniera compulsiva nel tentativo di superare il dolore della perdita. Da qui l'esorbitante aumento di peso (e anche il titolo: 'The Whale' significa 'La balena').

La sceneggiatura del film è stata affidata allo stesso Samuel D. Hunter, che si è detto entusiasta di poter adattare il proprio copione teatrale: "La storia che racconta è profondamente personale e sono grato di avere la possibilità di farla ascoltare a un pubblico più ampio. Sono un fan di Darren sin dai tempi di 'Requiem for a Dream', quando ancora ero una matricola al college e stavo iniziando a scrivere i miei primi testi teatrali: sono contento che proprio lui possa contribuire al film con il suo talento fuori dalla norma e la sua altrettanto eccezionale sensibilità".
Dal canto suo, Brendan Fraser al momento tace, ma è chiaro che 'The Whale' potrebbe battezzare la sua seconda giovinezza, in quel di Hollywood. Ha infatti iniziato interpretando il ruolo del giovane bello, affidabile e di buon cuore, ma poi la sua carriera ha rallentato e ora gli regala ruoli di secondo piano, oppure produzioni minori. A 52 anni compiuti, potrebbe rivelare al mondo un talento drammatico poco esplorato in precedenza.

Leggi anche:
- Sex and the City: cosa sappiamo sul revival della serie e su Kim Cattrall
- Lezioni di persiano: il film in streaming dal 14 al 17 gennaio
- The Boys, Palm Springs e Soul vincono i premi della critica USA