di Marco Mangiarotti Un muro di tecnologiche facce in cucina. Masterchef ricomincia domani alle 21,15, su Sky Uno e Now Tv, a domicilio, entrando nelle cucine degli aspiranti concorrenti con Zoom, per poi invitarli ai Live Cooking, che è una selezione già dentro il programma. Masterchef 10 alza l’asticella con Endemol, Sky e i 3 giudici, Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo, Giorgio Locatelli. Nella Bolla di 130 persone e nel sentiero stretto ma creativo di un format ai tempi del Covid 19. Nils Hartman, Produzioni Originali Sky, parla di internazionalità fra i concorrenti, la vice president Sky Antonella D’Errico della sua liturgia e dei nuovi step....

di Marco Mangiarotti

Un muro di tecnologiche facce in cucina. Masterchef ricomincia domani alle 21,15, su Sky Uno e Now Tv, a domicilio, entrando nelle cucine degli aspiranti concorrenti con Zoom, per poi invitarli ai Live Cooking, che è una selezione già dentro il programma. Masterchef 10 alza l’asticella con Endemol, Sky e i 3 giudici, Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo, Giorgio Locatelli. Nella Bolla di 130 persone e nel sentiero stretto ma creativo di un format ai tempi del Covid 19.

Nils Hartman, Produzioni Originali Sky, parla di internazionalità fra i concorrenti, la vice president Sky Antonella D’Errico della sua liturgia e dei nuovi step.

Dalla prima scrematura, niente piatti e ingredienti da casa, 5 minuti per la spesa nella grande dispensa, 45 per cucinare, all’assegnazione dei Grembiuli. Bianco con 3 sì, con 2 o 1, firmato, è Grigio e si va in sfida. Poi la Mistery Box, l’Invention Test, il Pressure Test, la Skill con le prove tecniche. Un progetto eco friendly e plastic free, contro gli sprechi a favore dell’Opera Cardinal Ferrrari Onlus. Leonardo Pasquinelli di Endemol è orgoglioso del fatto "che le difficoltà sono diventate valore e le regole nuove strategie e soluzioni, con i video auto prodotti e un approccio più intimo, caldo e reale".

Raddoppiano gli spazi nello studio e nella dispensa, anche i giudici passano il tempo in camerino. Cannavacciuolo fa i complimenti a Barbieri, 10 edizioni su 10, e sottolinea che "uno chef trova nelle case dei concorrenti cose interessanti che fanno capire cose importanti".

Locatelli sottolinea la "bella selezione da diversi Paesi. La cucina è un luogo di inclusione multiculturale che riflette un’Italia moderna". Barbieri puntualizza: "Ho detto 28 “no” in tutti i casting, perché volevo che il programma fosse di alto livello. Molte situazioni tecniche. La cucina in Inghilterra è il nuovo rock’n’roll, ha grande successo fra i giovani, che non pensano sia più un affare di mamma. Masterchef ha cambiato il nostro modo di guardare la cucina di tutti i giorni. E nei video dei concorrenti abbiamo scoperto come è organizzata, se ci sono gli elettrodomestici adatti. Dettagli fondamentali".

La parola infine ad Antonino: "Masterchef ha portato nella nostra vita la qualità della materia prima, il taglio, l’impiattamento, la bernese e il mappazzone". Aggiunge Bruno: "Ha sdoganato il cibo nelle case delle persone, ha fatto conoscere giovani chef emergenti e tanti piccoli produttori, anche lo sperma di tonno (lattume)". Si parla di lockdown e gravi problemi del mondo della ristorazione e tutta la filiera agroalimentare. Giorgio pensa che il welfare inglese funzioni in modo più semplice, lui e Antonino hanno cercato di aiutare chi lavora con loro, tutti credono sia il momento di ragionare e riflettere sul futuro.

"La politica detta le regole della ristorazione – commenta Barbieri – e a questo punto è necessario parlare in pochi, mettersi a un tavolo e parlare del futuro, non più di quello che è stato nei mesi scorsi. Servono però garanzie e regole certe per tutti". Fra gli ospiti ci saranno Iginio Massari, vate per la pasticceria, la giovane chef Jeremy Chan, una stella Michelin per il suo Ikoyi a Londra. Mauro Colagreco, tre stelle al Mirazur di Mentone, Flynn McGarry, 22 anni, enfant prodige del Gem a NY e della scena mondiale.