11 gen 2022

Crollano gli incassi nelle sale E slittano le uscite dei nuovi film

Il weekend di Befana, usualmente propizio, certifica le difficoltà del sistema

Emorragia di pubblico, incassi a picco, distribuzioni impaurite intenzionate a bloccare l’uscita di titoli importanti a data da destinarsi, la quarta ondata di Covid sulle sale cinematografiche si abbatte come uno tsunami. I dati Cinetel alla fine delle feste presentano un conto che è un bagno di sangue. Cinque milioni nel weekend della Befana, un tempo glorioso, ancora sotto il già tragico weekend precedente che aveva chiuso a 6,38 milioni intristisce il confronto con lo stesso periodo pre-pandemico. In quel tempo l’incasso era stato di quasi 14 milioni con uno scarto rispetto ad oggi del 63%.

I cinema restano aperti ma il pubblico non c’è e... i film neppure. Almeno quelli come Spencer e Morbius di cui si sa già che sono ‘pending’ (ossia senza data), mentre si sta ragionando sulle uscite tra gli altri anche di Assassinio sul Nilo di Kenneth Branagh e Il sesso degli angeli di Leonardo Pieraccioni con Ferilli, Ceccherini e Marcello Fonte; slitta di sicuro invece Vicini di casa di Paolo Costella con Vittoria Puccini e Bisio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?