Mercoledì 24 Luglio 2024

Cos’è l’ovariectomia, l’intervento chirurgico subito da Antonella Clerici

La nota conduttrice è stata operata d’urgenza alle ovaie. Ecco di che cosa si tratta, a cosa serve e i tempi di convalescenza

Antonella Clerici operata d'urgenza, 'tutto bene'

Antonella Clerici operata d'urgenza, 'tutto bene'

Roma, 13 giugno 2024 – Antonella Clerici è stata operata d’urgenza alle ovaie all’Ifo Regina Elena San Gallicano di Roma. La nota conduttrice Tv è stata sottoposta ad un delicato intervento di ovariectomia. Ma di che tipo di operazione si tratta? A cosa serve? Vediamolo insieme. 

Cos’è 

L’ovariectomia è un intervento chirurgico che consiste nell’asportazione di una o di entrambe le ovaie. Si parla, rispettivamente, di ovariectomia monolaterale o bilaterale. L’operazione viene eseguita sotto anestesia generale e può durare alcune ore. La rimozione delle ovaie spesso si abbina all’esportazione dell’utero (isterectomia) e delle tube di Falloppio (salpingectomia o annessiectomia). 

A cosa serve 

L’avariectomia è indicata per il trattamento di diverse patologie ginecologiche. In particolare, spesso l’operazione viene eseguita in caso di tumori alle ovaie, ma i medici possono decidere di ricorrervi anche in presenza di cisti ovariche, gravidanza extrauterina o endometriosi.

La convalescenza 

I tempi di convalescenza e il pieno recupero dipendono molto dal tipo di procedura chirurgica scelta. Una volta terminato l’intervento, in ogni caso, la paziente viene ricoverata in osservazione. Dopo le dimissioni è raccomandato un periodo di convalescenza che può durare dalle 2 alle 6 settimane