La guerra di Corea fu combattuta dal 1950 al 1953 e vide contrapposte da una parte la Corea del Nord e la Cina e dall’altra la Corea del Sud, gli Stati Uniti d’America e le Forze dell’Onu: il conflitto determinò una delle fasi più acute della Guerra fredda, con il rischio di un conflitto globale e il possibile utilizzo di bombe nucleari.

La popolazione coreana, terrorizzata, fu ben presto ridotta in estreme condizioni di terrore, miseria e abbandono.

La fame e le malattie contribuirono ad accrescere il numero delle vittime delle azioni belliche.

Il numero delle vittime causate dalla guerra di Corea è stimato in 2.800.000 tra morti, feriti e dispersi, metà dei quali civili.