Foto: Tucker Tooley/Green Door Pictures/Lee Daniels Entertainment/Neighborhood Film Co.
Foto: Tucker Tooley/Green Door Pictures/Lee Daniels Entertainment/Neighborhood Film Co.

La sottocultura dei cowboy metropolitani e afroamericani è al centro del film drammatico 'Concrete Cowboy', che esce in streaming su Netflix venerdì 2 aprile. Nel cast spiccano Idris Elba (visto in 'Luther') e Caleb McLaughlin ('Stranger Things') e la critica ne ha parlato bene.


Concrete Cowboy, tutto sul film

La trama ruota attorno a un quindicenne di colore che vive a Detroit e viene mandato a stare dal padre a Philadelphia: ragazzo e genitore non si vedono da tempo e sono praticamente degli estranei, ma in qualche modo devono imparare ad andare d'accordo. A contesto di questa vicenda famigliare troviamo la comunità nella quale vive l'uomo, quella cioè dei cowboy di città, eredi di una tradizione che affonda radici nel vecchio West.

Il regista e sceneggiatore di 'Concrete Cowboy' si chiama Ricky Staub, che esordisce in entrambi i ruoli e che in fase di scrittura si è fatto affiancare da Dan Walser, anch'egli al suo primo lungometraggio. I due hanno lavorato a partire dal romanzo 'Ghetto Cowboy' di Greg Neri e avevano già collaborato in precedenza grazie al cortometraggio 'The Cage' (2017), che aveva dato loro una certa credibilità nel giro delle produzioni indipendenti.
Nel cast, accanto ai già citati Idris Elba e Caleb McLaughlin, troviamo Lorraine Toussaint ('Rosewood', 'Selma'), Jharrel Jerome ('When They See Us'), Byron Bowers ('Honey Boy') e Clifford 'Method Man' Smith ('The Deuce').

Il trailer doppiato in italiano



Le recensioni e come guardare il film

'Concrete Cowboy' è stato presentato in anteprima mondiale nel corso del Toronto International Film Festival e dunque conosciamo il responso della critica presente. In generale il grosso dei recensori concorda in un voto pienamente sufficiente, ma senza entusiasmi. Sono stati apprezzati il cast e la capacità del film di fare luce su una realtà culturale e sociale ignorata dai più, ma ha lasciato perplesso l'impianto narrativo generale, che ad alcuni è sembrato incapace di andare a fondo della storia racconta e dei suoi personaggi. Nel complesso, comunque, un lungometraggio che vale la pena.
Chi volesse concedere una possibilità a questo film sappia che dura 1 ora e 51 minuti e che la visione è consigliata solo ad abbonate e abbonati adulti. Per il resto, basta attendere il 2 aprile, giorno dell'inserimento all'interno del catalogo dei contenuti in streaming di Netflix.

Leggi anche:
- The Serpent: la miniserie crime di Netflix
- 'Lol: chi ride è fuori': lo show comico di Amazon Prime Video
- The Suicide Squad, guarda il trailer del film di James Gunn