Foto: Wildside
Foto: Wildside

Non è toccato solo ai blockbuster statunitensi: anche le commedie italiane hanno subito slittamenti a causa della pandemia di Coronavirus: ma ora il film sequel 'Come un gatto in tangenziale - Ritorno a Coccia di Morto' esce finalmente al cinema, con l'ambizione di bissare il successo commerciale del lungometraggio precedente. Paola Cortellesi e Antonio Albanese sono ancora i protagonisti, la regia è stata firmata sempre da Riccardo Milani e l'appuntamento nelle sale cinematografiche è fissato per giovedì 26 agosto,

 

'Come un gatto in tangenziale - Ritorno a Coccia di Morto', tutto sul film

La trama parte quando la coatta Monika viene arrestata per colpa delle sue sorelle cleptomani. Nel tentativo di uscire dal carcere si rivolge a Giovanni, l'intellettuale progressista e politico in carriera con il quale ha avuto una relazione tre anni prima. Lui riesce a fare commutare la pena in un periodo di servizio presso una parrocchia di periferia. Tutto bene, non fosse che una serie di circostanze imprevedibili, compresi i sentimenti dei due protagonisti, conducono a esiti inaspettati.

Della serie "squadra vincente non si cambia", 'Come un gatto in tangenziale - Ritorno a Coccia di Morto' conferma tutte le persone che hanno propiziato il successo al botteghino del film precedente. Ritroviamo dunque Riccardo Milani in qualità di regista e cosceneggiatore, affiancato ancora una volta da Giulia Calenda, Furio Andreotti e Paola Cortellesi. E ritroviamo pure buona parte del cast originale, in primis la già citata Cortellesi, poi Antonio Albanese, Sonia Bergamasco, Claudio Amendola e Franca Leosini. Fra le new entry segnaliamo il prete interpretato da Luca Argentero e la fidanzata rampante di Giovanni interpretata da Sarah Felberbaum.
 

Il trailer


 



Le recensioni, cosa ne pensa la critica

In media i giornalisti italiani hanno scritto recensioni positive. Fra le qualità principali l'alchimia su schermo di Cortellesi e Albanese, che dona al film una marcia in più, e il fatto che 'Come un gatto in tangenziale 2' sa cosa vuole essere, cioè una commedia rassicurante, e persegue il suo scopo con abilità e coerenza. Chi ha sollevato qualche critica l'ha fatto per la contrapposizione fin troppo schematica fra opposti: ricco e povero, uomo e donna, centro e periferia. Opinioni divergenti invece sulla morale inserita nella trama, legata a a una politica lontana dalle masse e all'idea che la cultura possa essere veicolo di emancipazione: alcuni hanno trovato questi temi non sempre a fuoco, altri invece sì.