Martedì 23 Luglio 2024

Tartarughiera a casa, la guida per comprare quella giusta

Le tartarughe d’acqua dolce hanno bisogno di spazio, calore adeguato, luce e pulizia

Come scegliere una tartarughiera

Come scegliere una tartarughiera

Le tartarughe d'acqua dolce necessitano di un habitat che ricrei il più possibile il loro ambiente naturale. Prima di procedere all’acquisto di una tartarughiera conviene considerare diversi aspetti, affinché l’acquario sia adeguato alle esigenze delle piccole ospiti. Dimensioni Le tartarughe acquatiche hanno bisogno di molto spazio per nuotare e muoversi. La tartarughiera, dunque, dovrebbe essere abbastanza grande da permettere alle tartarughe di nuotare liberamente. - Per tartarughe grandi (oltre i 20 centimetri di lunghezza del carapace) si consiglia un acquario di oltre 300 litri; - per quelle di medie dimensioni (fino a 20 centimetri) almeno 150-200 litri; - per quelle piccole (fino a 10 cm), si raccomanda un acquario di almeno 75 litri. È comunque bene tenere in considerazione anche la crescita delle proprie tartarughe, quindi potrebbe essere utile acquistare da subito una tartarughiera un po’ più ampia e capiente.  

Caratteristiche

Le tartarughe d'acqua hanno bisogno di una zona asciutta dove possano uscire dall'acqua per riscaldarsi sotto una fonte di luce; questa parte, inoltre, dovrebbe essere facilmente accessibile e abbastanza spaziosa per consentire loro di muoversi e adagiarsi completamente.

Acqua

Il livello dell’acqua all’interno della tartarughiera dovrebbe essere abbastanza profondo da permettere alla tartaruga di nuotare senza impedimenti (più o meno si stima che la profondità debba essere il doppio della lunghezza del carapace). Possono essere aggiunti anche altri accessori come piattaforme galleggianti, rocce e sassolini o tronchi.

Materiali e forme

La maggior parte delle tartarughiere in commercio possono essere in vetro o acrilico. Il vetro è resistente ai graffi e permette di vedere bene tutti i vari dettagli. Tuttavia, è più pesante e più fragile. L’acrilico è leggero e tende a rompersi meno facilmente rispetto al vetro, ma è più soggetto a segni e graffi. Le forme degli acquari per tartarughe, poi, possono essere diverse: quelle rettangolari sono più facili da personalizzare con l’aggiunta di alcuni elementi e sono anche più semplici da pulire rispetto a quelle quadrate o a quelle con una sagoma particolare.

Filtri

Un buon sistema di filtrazione è essenziale per mantenere l'acqua pulita e priva di detriti e sostanze contaminanti, fondamentale per la salute delle nostre piccole amiche. Sarebbe opportuno dotarsi di un filtro potente, adatto al volume dell'acqua della tua tartarughiera. Ovviamente è altrettanto importante e utile cambiare l'acqua regolarmente e monitorare i livelli di pH, ammoniaca e nitrati.

Temperatura e illuminazione

Le tartarughe d'acqua hanno bisogno di acqua a una temperatura stabile (intorno ai 24-28°C, a seconda della specie). Per questo potrebbe servire anche un riscaldatore subacqueo con termostato. Ci vuole, infine, una lampada UVB: questa luce è essenziale affinché i rettili possano sintetizzare la vitamina D3, fondamentale per la salute delle loro ossa. La zona asciutta, in particolare, deve essere ben illuminata. In aggiunta potrebbe servire anche una lampada riscaldante, sempre in questa parte della tartarughiera, per mantenere una temperatura adeguata, dunque intorno ai 32°-35°C.

Altri consigli

Preliminarmente sarebbe bene verificare le peculiarità della specie a cui appartengono le proprie tartarughe in modo da orientarsi al meglio rispetto a dimensioni dell’acquario ad hoc per loro, temperatura dell’acqua e tipo di habitat. Nel budget disponibile andrebbero messi in conto anche i costi continui legati alla manutenzione, come l'elettricità per il riscaldamento e la filtrazione. Esistono però anche altri elementi da valutare. La tartarughiera in casa andrebbe messa in un posto tranquillo che non sia esposto né a correnti d'aria, né alla luce solare diretta, che potrebbe surriscaldare l'acqua. Un dispositivo provvisto di un coperchio, inoltre, può essere più sicuro perché aiuta a prevenire fughe e proteggere le tartarughe da altri animali domestici o da potenziali pericoli; allo stesso tempo deve essere facilmente accessibile anche per la pulizia ordinaria e per piccole manutenzioni se necessarie.