Foto: Alexander Nanau Productions/Samsa Film/HBO Europe
Foto: Alexander Nanau Productions/Samsa Film/HBO Europe

Per qualche tempo il film documentario 'Collective', del regista romeno Alexander Nanau, è stato noto solo un pubblico ristretto, ma grazie agli Oscar 2021 sta acquistando grande fama e rischia di rendere la vita difficile a 'Notturno' di Gianfranco Rosi (di quest'ultimo fatto parleremo tra qualche riga). 'Collective' è il vincitore dell'European Film Award 2020, candidato agli Independent Spirit Award e in corsa per la cinquina dell'Academy come migliore documentario e anche come migliore film in lingua straniera. Ecco perché vale la pena di prendere in considerazione la visione in streaming: possiamo trovarlo on demand grazie alle piattaforme Iorestoinsala e IWonderfull a partire da giovedì 18 febbraio.


Collective, tutto sul film

La trama parte da un fatto realmente accaduto il 30 ottobre 2015, durante un concerto all'interno della discoteca Colectiv di Bucarest (il titolo originale è appunto 'Colectiv'). Improvvisamente si sviluppò un incendio: 27 spettatori morirono nel giro di pochi minuti e altre decine nei quattro mesi successivi, dopo essere state ricoverate con ferite e ustioni. Alla fine il conto totale fu di 64 morti. Soprattutto quelli deceduti in ospedale provocarono un'ondata di indignazione popolare e anche un'approfondita inchiesta giornalistica da parte del quotidiano sportivo romeno Gazeta Sporturilor: emerse che le cure erano state del tutto inadeguate a causa di un sistema inefficiente e profondamente corrotto. Fu in particolare la pervasività della corruzione a lasciare di stucco i giornalisti, che temettero di non essere creduti e che non ci fosse un qualche appiglio sano sul quale fare affidamento per cambiare in meglio la situazione.

In quei mesi il documentarista Alexander Nanau seguì il lavoro quotidiano dei giornalisti di Gazeta Sporturilor e del suo direttore, registrando l'evolvere dell'inchiesta nel momento in cui avveniva e poi montando le immagini alla ricerca del giusto ritmo da dare al suo racconto. Il film è stato poi presentato in anteprima mondiale al Festival di Venezia 2019 e nel corso di tutto il 2020 è stato un prezzemolino degli appuntamenti festivalieri. Ora, e per recuperare il veloce accenno a 'Notturno', è nella shortlist degli Oscar 2021, sia nella categoria dedicata ai film in lingua straniera sia in quella relativa ai documentari, dove compare anche il lungometraggio del nostro Gianfranco Rosi. Se entrambi entreranno nella cinquina finale, allora il rivale del titolo italiano sarà davvero fenomenale.

Per approfondire: Oscar 2021, le shortlist: l'Italia fuori dai migliori film in lingua straniera

Il trailer internazionale



Le recensioni e come guardare il documentario

In generale la critica si è spellata le mani dagli applausi, tanto che la media voto su Metacritic è uno spettacolare 95/100. Molti hanno parlato senza mezze misure di capolavoro e praticamente tutti hanno affermato che 'Collective' è uno dei migliori documentari di sempre dedicati al delicato lavoro del giornalista.
Per vederlo bisogna attendere il 18 febbraio e ritagliarsi 109 minuti di tempo (tanto dura). Sui siti Internet delle sale cinematografiche che hanno aderito alle piattaforme Iorestoinsala e IWonderfull, sarà possibile acquistare l'accesso alla proiezione in streaming, pagando un biglietto di 7,99 euro (dal primo click il file resterà disponibile per le successive 48 ore). Appuntamento speciale venerdì 19 febbraio, alle 20:30, quando il regista Alexander Nanau sarà in diretta per presentare il proprio film al pubblico.

Leggi anche:
- Tribes of Europa, la nuova serie TV tedesca di Netflix
- Mr & Mrs Smith diventerà una serie tv con Phoebe Waller-Bridge e Donald Glover
- I tre moschettieri, 2 nuovi film in arrivo con Eva Green e Vincent Cassel