Mercoledì 17 Luglio 2024

Cognetti regista esordisce a Locarno

Il romanzo vincitore dello Strega Paolo Cognetti debutta come regista con il documentario "Fiore mio", presentato al Locarno Film Festival. Un viaggio sul Monte Rosa per raccontare la bellezza minacciata delle montagne.

Cognetti  regista  esordisce  a Locarno

Cognetti regista esordisce a Locarno

Verrà presentato in anteprima mondiale alla 77ª edizione del Locarno Film Festival come evento di preapertura, il 6 agosto in piazza Grande, Fiore mio il primo film scritto, diretto e interpretato da Paolo Cognetti. Lo scrittore milanese 46enne vincitore dello Strega 2016 con Le otto montagne – romanzo già portato al cinema da Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch – passa così dietro la macchina da presa. Il documentario Fiore mio, nelle il 25, 26 e 27 novembre, avrà come protagonista il Monte Rosa. Quando nell’estate del 2022 l’Italia viene prosciugata dalla siccità, Cognetti assiste per la prima volta all’esaurimento della sorgente della sua casa a Estoul, piccolo borgo a 1700 metri di quota che sovrasta la vallata di Brusson: questo avvenimento lo sconvolge profondamente, tanto da far nascere in lui l’idea di voler raccontare la bellezza delle sue montagne, dei paesaggi e dei ghiacciai ormai destinati a sparire o cambiare per sempre. Nel suo viaggio sul Monte Rosa Cognetti non è solo. Con lui Corinne e Mia, donne dei rifugi che accolgono i viandanti, lo sherpa Sete e l’amico fraterno di Cognetti il cantautore Vasco Brondi, al debutto nella colonna sonora e autore della nuova canzone, per il doc, Ascoltare gli alberi.