di Paolo Reggianini

L’esperienza della pista maturata in anni di Formula 1 al servizio della strada. La riconversione graduale della gamma Renault, e di ormai quasi tutti i costruttori, lancia sul mercato tre modelli non solo ecologici ma anche convenienti come consumi. Il circuito di Arese e i percorsi misti della periferia milanese, hanno tenuto a battesimo Clio Hybrid e le due sorelle più grandi, Captur e Megane, entrambe, Plug In Hybrid che vanno a comporre la gamma E-tech, la nuova sfida del brand francese, leader nella mobilità elettrica, con una duplice valenza, tecnologica ed innovativa. Attualmente in Italia il parco auto elettrificato abbraccia il 17% (di cui l’11% ibrido, 1,6% elettrico), un dato, grazie anche agli incentivi, destinato a crescere da qui al 2030 quando le emissioni dovranno essere ridotte del 37%. Ed è proprio in questa direzione che si muove il progetto Renault con questi modelli, sorprendenti per guidabilità, accelerazione e silenziosità.

Con un prezzo a partire da 21.950 euro, la Clio, prima vettura in termini di vendite per la casa francese, con una versione ibrida alla portata di tutti, può circolare in città fino all’80% in elettrico (70-75 kmh al massimo), con una riduzione dei consumi del 40% (4,3 litri per 100 km). Il motore di 1.6 litri (96 cv) di nuova generazione è abbinato a due propulsori elettrici, di cui uno ad alta tensione per l’avviamento, per una potenza complessiva di 140 cv. La trasmissione è automatica a quattro marce. La mancanza di frizione crea le premesse per un efficace e gratuito recupero di energia in frenata con il motore elettrico che funge da generatore su due livelli, normale o massimizzato in modalità Brake: togliendo il piede dal gas e premendo il freno, la rigenerazione di energia diventa più rapida.La tecnologia E-tech permette di scegliere tre differenti modalità di guida, My Sense, migliore rapporto per contenere i consumi, Eco che rende meno dinamica l’accelerazione, Sport per cercare il massimo della prestazione. Mentre con il pulsante EV si attivano le batterie se c’è sufficiente ricarica. Il display centrale da 9,30 pollici visualizza flussi di enegia e la ricarica della batteri . Ovviamente non possono mancare differenti e avanzati sistemi di sicurezza.

La possibilità di ricevere energia dalla presa di corrente riguarda Captur e Megane E-Tech Plug In Hybrid. Captur (da 32.950 euro) ricarica dalle 3 alle 5 ore anche da colonnine pubbliche da 22 kw, ha una potenza combinata di 160 cv (stesso motore della Clio ma batterie più potenti) consuma 1,4 litri per 100 km, emettendo 32 gr. di Co2 e in città può percorrere fino a 65 km in elettrico. La gemella Megan dal design raffinato, consuma davvero poco 1,3 lt100 km.