Il climatizzatore a base di Nitinol (Foto: Oliver Dietze)
Il climatizzatore a base di Nitinol (Foto: Oliver Dietze)

Un gruppo di ricercatori tedesco ha sviluppato un sistema di riscaldamento e raffrescamento che ha il doppio dell'efficienza di una pompa di calore e il triplo di un condizionatore. Il prototipo sfrutta una particolare proprietà di alcune leghe metalliche per abbassare o innalzare la temperatura dell'aria, senza bisogno di usare ad esempio gas refrigeranti, cosa che permette di climatizzare l'ambiente in modo ecologico.

LEGHE A MEMORIA DI FORMA
Il dispositivo si basa sulla capacità di alcune leghe di "ricordare" la propria forma originaria. Si tratta di materiali superelastici, che possono essere deformati a piacimento, ma poi riacquisiscono la configurazione standard a seconda della temperatura. In gergo tecnico, prendono il nome di leghe a memoria di forma.

COMBINAZIONE DI NICHEL E TITANIO
La lega utilizzata dagli scienziati dell'Università del Saarland è il Nitinol, un mix di nichel e titanio che per l'occasione è servito per modellare tanti fili metallici, organizzati in una sorta di "fascio muscolare". Grazie alle loro proprietà di memoria di forma, i cavi accumulano grandi quantità di calore quando sono piegati, mentre lo rilasciano nel momento in cui tornano alla fisionomia di partenza. La differenza tra le due conformazioni arrivare fino a 20 gradi.

COME FUNZIONA IL DISPOSITIVO
In sintesi, l'invenzione consiste in un cilindro rotante ricoperto di fili di Nitinol. Da una parte il fascio viene deformato meccanicamente e assorbe il caldo; sul versante opposto la rotazione distende i cavi, consentendo il rilascio del calore. Il risultato è un flusso di aria calda che fuoriesce da un lato e una brezza fresca che soffia dall'altro.

CLIMATIZZATORE ECOLOGICO
I ricercatori sottolineano che la potenza di riscaldamento o raffreddamento del sistema supera di trenta volte la potenza meccanica richiesta per caricare e scaricare le fibre della lega metallica. Inoltre, si legge in una nota , la nuova tecnologia "è anche rispettosa dell'ambiente e non danneggia il clima, poiché il meccanismo di trasferimento del calore non utilizza liquidi o vapori". Il team è ora al lavoro per perfezionare il dispositivo, in vista di una futura applicazione commerciale.