Scena dal primo 'Clerks' - Foto: View Askew Productions/Miramax
Scena dal primo 'Clerks' - Foto: View Askew Productions/Miramax

La commedia 'Clerks - Commessi' (1994) è stata una delle grandi sorprese del cinema indipendente statunitense degli anni Novanta e ha lanciato la carriera del regista, sceneggiatore e attore Kevin Smith: il secondo capitolo della saga è uscito nel 2006 e ora siamo vicini a 'Clerks III'. Smith ha infatti trovato il budget necessario alla produzione e il 2 agosto, in occasione del suo 51° compleanno, batterà il primo ciak delle riprese del sequel. Tutti gli attori e tutte le attrici principali del film originale torneranno davanti alla cinepresa, compresi Jeff Anderson (che interpreta Randal), Brian O'Halloran (Dante), Jay Mewes (Jay), Rosario Dawson (Becky) e lo stesso Kevin Smith nei panni di Silent Bob.
 

Clerks III, il film diventa realtà

Ancora una volta la trama racconterà di un gruppo di amici del New Jersey che gravita attorno al negozietto di alimentari Quick Stop Groceries. I pochi dettagli sulla storia di 'Clerks III' rivelano che Randal ha avuto un brutto infarto e che questo lo spinge a coinvolgere Dante, Elias, Jay e Silent Bob nella realizzazione di un film che immortali la sua vita all'interno del Quick Stop. Tra l'altro, curiosità, il primo Clerks fu realizzato all'interno del negozio nel quale l'allora ventiquattrenne Kevin Smith lavorava, girando prevalentemente di notte e durante la chiusura dell'esercizio.

In seguito all'accordo con Lionsgate, che gestirà la distribuzione internazionale, Kevin Smith ha dichiarato: "C'è un detto del Tao che dice, più o meno, che essere grandi è andare avanti, andare avanti è andare lontano, andare lontano è tornare. Grazie dunque a Lionsgate potremo tornare là dove tutto è cominciato e potremo farlo con quasi tutto il cast originale. E per la prima volta da quanto abbiamo iniziato un film nel 1993, gireremo l'intera pellicola on location in New Jersey, in ode sia al fascino imperituro del cinema sia all'intraprendenza e alla follia dei suoi narratori. Anni fa Dante e Randal fecero di me un filmmaker, ora è giunto il momento che restituisca il favore".