La camera di 'Una notte da leoni' - Foto: expedia.it
La camera di 'Una notte da leoni' - Foto: expedia.it

Sono molte le scene memorabili della storia del cinema che si svolgono dentro le mura di una camera di hotel. L'agenzia di viaggi online Expedia.it ha ricostruito le piantine di sette stanze che compaiono in altrettante famose pellicole, girate all'interno di alberghi che esistono davvero e che per l'occasione si sono trasformati in set.

Per esempio, la suite del delirante party di Una notte da leoni è una di quelle del Ceasar's Palace di Las Vegas (notare la tigre chiusa in bagno), mentre la camera del malinconico Lost in Translation di Sofia Coppola si trova al Park Hyatt Hotel di Tokyo. I monumentali, ma un filo inquietanti, interni del Majestic Yosemite Hotel, che allora si chiamava Ahwahnee Hotel, sono stati utilizzati da Stanley Kubrick per girare Shining (gli esterni invece sono stati filmati al Timberline Lodge in Oregon).

Il Regent Beverly Wilshire di Beverly Hills, a Los Angeles, ha prestato la camera dove passa gran parte del suo tempo Julia Roberts in 'Pretty Woman'. La stanza di 'Agente 007 - Missione Goldfinger', dove Sean Connery scopre la Bond girl di turno morta dipinta d'oro, si trova al Fontainebleau Miami Beach, che si vede anche in 'Scarface'.

Per il suo cortometraggio 'Hotel Chevalier', dove si incontrano i due amanti interpretati da Natalie Portman e Jason Schwartzman, Wes Anderson ha impiegato come set l'Hotel Raphael di Parigi. L'unico albergo dei sette illustrati da Expedia che non è più visitabile è l'Ambassador di Los Angeles, che compare in 'Paura e delirio a Las Vegas': è stato demolito nel 2005.


Leggi anche:
- Gli hotel più spettacolari del mondo… Che non sono mai stati costruiti
- Gli hotel da record: il più alto, il più piccolo, il più costoso...
- Ora puoi dormire con le renne nelle foreste della Mongolia