Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
25 mag 2022

Cinque serie tv perfette per chi ha meno di 20 anni

Drammi adolescenziali, telefilm in costume o produzioni fantascientifiche: ecco 5 serie TV perfette da vedere in streaming per i teenager

25 mag 2022
Adolescente che guarda una serie in TV
Adolescente che guarda una serie in TV
Adolescente che guarda una serie in TV
Adolescente che guarda una serie in TV

Le serie TV per ragazzi raccontano spesso di primi amori e grandi amicizie, altre si concentrano sulle avventure di supereroi o personaggi di fantascienza e altre ancora narrano vicende ambientate in un tempo antico o immaginario. Ecco allora 5 serie TV che chi ha meno di 20 anni (ma non solo) dovrebbe guardare in streaming.

1. DI4RI (Netflix)
Una produzione italiana originale Netflix uscita nel 2022. I protagonisti sono gli studenti di una classe delle medie e vivono a Capri. Ognuno dei 15 episodi della serie si concentra su un diverso protagonista e in questo modo il tema della crescita e dell’ingresso nell’età adulta viene affrontato da differenti punti di vista, attraversando tante problematiche e concentrandosi su interrogativi sempre diversi. La colonna sonora di DI4RI è stata affidata a Tancredi, concorrente della scorsa edizione di ‘Amici di Maria de Filippi’, che compare anche in diversi episodi interpretando sé stesso.
Leggera e a tratti nostalgica, una serie perfetta per i giovanissimi ma anche per gli adulti che cercano un confronto con i ragazzi.

2. The O.C. (Prime video)
Uscita nel primo decennio del nuovo millennio (precisamente tra il 2003 e il 2007), anche The O.C. racconta le vicende di un gruppo di adolescenti. In questo caso però l’ambientazione è molto diversa: si tratta di Newport beach, città della California che viene sconvolta dall’arrivo di Ryan – un piccolo teppista – adottato dalla famiglia Cohen. Tra feste in spiaggia, lezioni scolastiche, primi amori e drammi familiari, per quattro stagioni si raccontano le vicende del jet-set californiano. La serie entrò così tanto a far parte della cultura pop americana e mondiale che servì da spunto anche per la nascita di reality show come: ‘Laguna Beach’, ‘The Hills’ e ‘The Real Housewives of Orange County’
Irriverente ma anche malinconica. Quattro stagioni da guardare tutte d’un fiato.

3. The book of Boba Fett (Disney+)
‘The book of Boba Fett’ è una serie in live action composta da 7 episodi che si concentrano in particolare sul personaggio di Boba Fett, il cacciatore di taglie più celebre della saga di Guerre Stellari. L’autore del telefilm è Jon Favreau, conosciuto per essere stato regista e produttore di diversi film dell’universo Marvel. Le vicende di si inseriscono nella narrazione di ‘Star Wars’ e cronologicamente si trovano dopo ‘Il ritorno dello Jedi’ e prima de ‘Il risveglio della Forza’. Tamuera Morrison – che dà attualmente il volto a Boba Fett – è il quarto attore che lo interpreta dal 1980 ad oggi e nella serie compare anche Finnegan Garay nei panni del cacciatore da bambino.
Una saga epica che incontra la tecnologia contemporanea. Il telefilm ideale per i cultori del genere e i fan di Star Wars.

4. Chiamatemi Anna (Netflix)
‘Chiamatemi Anna’ è una serie composta da 27 episodi suddivisi in tre diverse stagioni. Si tratta dell’ultimo adattamento televisivo del romanzo ‘Anna dai capelli rossi’. La protagonista è una piccola orfana originaria della Nuova Scozia che, per errore, viene affidata a una coppia di anziani fratelli e stravolge le loro vite. Il romanzo pubblicato da Lucy Laud Montgomery nel 1908 è stato spesso utilizzato come spunto per le produzioni in pellicola: era già stato infatti portato sullo schermo prima di questa versione grazie a 5 lungometraggi e 3 serie TV (una anche in versione animata).
Dai toni fiabeschi e dal fascino tipico delle produzioni in costume, la serie perfetta per giovani animi romantici.

5. Sex education (Netflix)
Una serie TV britannica prodotta tra il 2019 e il 2021 da Netflix. Rispetto ad altri telefilm adolescenziali che portano sullo schermo le prime vicende sentimentali e sessuali dei ragazzi in maniera discreta, ‘Sex education’ riesce ad essere esplicito e profondo, tenendosi lontano dalla retorica e mantenendo anche una funzione istruttiva. Il protagonista è Otis, un liceale un po’ impacciato alle prese con i suoi primi amori e le prime esperienze. La sua adolescenza è turbata dal mestiere di sua madre Jean (Gillian Anderson), sessuologa bizzarra, divorziata e spesso impegnata in storie occasionali.
Sfacciata, arguta e comica; una produzione per i ragazzi ma divertente anche per gli adulti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?