12 mag 2022

Riviera International Film Festival: intervista a Chiara Francini

L’incontro di Hot Corn con l’attrice al Riviera International Film Festival, tra il ruolo da giurata e il teatro

Chiara Francini, giurata del RIFF
Chiara Francini, giurata del RIFF

di MANUELA SANTACATTERINA - «Il ruolo dell’artista è quello di veicolare un messaggio e lo fa dando, per quel che concerne la letteratura, il teatro, il cinema, la televisione, un affresco di quella che è la realtà. Penso che il cuore e la motivazione per cui si fa arte è quello di veicolare dei messaggi e far riflettere. La consapevolezza dello spettatore di star vedendo qualcosa che rappresenta la realtà ma è finzione dà la possibilità di vedere qualcosa che è fuori di lui ma che, necessariamente, riflette tutta una serie di problematiche e di dubbi. L’arte ti vede toccare, ti deve smuovere». Abbiamo incontrato Chiara Francini sulla terrazza dell’Hotel Vis à Vis di Sestri Levante per parlare del suo ruolo di giurata della sezione documentari dell’edizione 2022 del Riviera International Film Festival. Ma anche del ruolo dell’artista nella società, del suo nuovo spettacolo teatrale, Una ragazza come io, dell’esperienza sul set di Altri Padri e Martin Eden di Pietro Marcello e di quella volta al Sundance…

Recensioni, interviste, speciali: scoprite il cinema su Hot Corn!

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?