Domenica 14 Luglio 2024
CONTENTS
Cinema e Serie Tv

Margot Robbie prima di Barbie: dall’Australia alla svolta di Hollywood

Ha recitato con Leonardo DiCaprio ed è stata Harley Quinn. Ha mosso i primi passi in ‘Neighbours’, in Australia, dov’è nata

Crediti Ansa - Margot Robbie alla premier di Babylon

Crediti Ansa - Margot Robbie alla premier di Babylon

Il prossimo 20 luglio uscirà nelle sale di tutto il mondo il film ‘Barbie’. Margot Robbie veste i panni rosa shocking della protagonista nel lungometraggio di Greta Gerwig e Noah Baumbach ispirato alla famosa bambola di plastica della Mattel. Bionda, sorriso abbagliante, naso perfetto: Robbie – che figura anche tra i produttori – sembra nata per questo ruolo. A interpretare Ken, il mitico fidanzato di Barbie, è Ryan Gosling (che in questa pellicola, oltre agli addominali d’acciaio, sfoggia una chioma platinata).  

Le origini australiane

Margot Elise Robbie è nata il 2 luglio 1990 a Dalby, nel Queensland. È cresciuta nella fattoria dei nonni sulla Gold Coast australiana. Pare che da bambina amava i trucchi di magia e si divertisse a organizzare piccoli spettacoli di quel genere per i suoi coetanei. In quanto australiana, Robbie ha iniziato presto a surfare e a cimentarsi con le onde dell’Oceano: dicono abbia comprato la sua prima tavola in una svendita quando aveva solo 10 anni. In un’intervista del 2008 l’attrice ha ricordato le sue passioni dell’infanzia e dell’adolescenza, dicendo che ancora oggi si sente felice quando fa surf o va a caccia di cinghiali come faceva nella sua fattoria o, ancora, quando fa un giro in moto.  

Gli studi e il debutto in ‘Neighbours’

A 17 anni Margot Robbie si è trasferita al Somerset College, dove si è laureata. Nel frattempo, oltre a studiare recitazione, si esibiva come artista nella metropolitana di Melbourne. Poco dopo l’attrice di ‘Barbie’ ha ottenuto il suo primo ruolo da protagonista per uno spot pubblicitario. Dopo la laurea, Margot è stata presa dal regista Aash Aaron per due film, ‘Vigilante’ (2008) e ‘I.C.U’ (2009). Una prima svolta nella carriera di Margot Robbie, però, è avvenuta quando è stata presa per una parte – quella di Donna Freedman, un’adolescente libera e sicura di sé – nella soap opera australiana ‘Neighbours’ (la nostra longeva soap ‘Un posto al sole’ ha preso le mosse proprio da lì). Lì l’attrice ha recitato per tre anni. Intanto continuava a studiare recitazione e a perfezionare il suo accento americano.  

Il trasferimento negli Stati Uniti

Dopo aver trovato un agente, Robbie è partita alla volta di Hollywood nel 2011. Dal 2011 al 2012 ha recitato in un’altra serie, ‘Pan Am’. Dopo essersi trasferita negli Stati Uniti, è entrata a far parte di una lega di hockey amatoriale, giocando sull'ala destra. A ‘Film.com’ ha confidato di aver sempre desiderato giocare a hockey sul ghiaccio, ma in Australia non c’era la materia prima per poter mettersi alla prova con quel tipo di sport. Robbie ha interpretato Charlotte nella commedia romantica ‘About Time’, ma ha impressionato sia il pubblico che la critica nei panni di Naomi in ‘The Wolf of Wall Street’, una storia all’insegna della spregiudicatezza negli affari e nella vita, tra avidità, sesso, droga, basata sul libro di memorie del famigerato agente di cambio Jordan Belfort.  

‘The Wolf of Wall Street’ con Leo DiCaprio

Secondo quanto riferito, il regista Martin Scorsese aveva inviato una sceneggiatura a tutte le attrici sconosciute di Hollywood. Con sua grande sorpresa, per il provino Robbie aveva dovuto leggere e interpretare le battute previste direttamente con il divo del film, Leonardo DiCaprio. Durante l'audizione, DiCaprio aveva iniziato a improvvisare e Margot, inizialmente, aveva faticato a tenere il passo. A un certo punto, in una scena di lotta e discussione, anziché andarsene, lei, presa dalla foga, aveva schiaffeggiato DiCaprio. Sul set era sceso il gelo, finché poi tutti non avevano riso. Margot si era scusata, mortificata, con DiCaprio, che invece era entusiasta e le aveva detto che era stata fantastica, invitandola ad andare avanti e colpirlo nuovamente. Così Robbie ha ottenuto la parte nel film di Scorsese che ha collezionato cinque nomination all'Oscar e oltre 390 milioni di dollari in tutto il mondo, diventando il film di Scorsese che ha incassato di più.  

In ‘Suite francese’ e in ‘Tonya’

La sua interpretazione della bellissima moglie di Belfort le è valsa una nomination come miglior attrice non protagonista dalla Georgia Film Critics' Association. Margot ha anche recitato in ‘Suite francese’, adattamento del romanzo di Iréne Némirovsky, al fianco di Michelle Williams e ‘Focus’ con Will Smith. È tornata in Oceania per ‘Z for Zachariah’, girato nelle vicine catene montuose della Nuova Zelanda. È stata poi vista in ‘Whisky Tango Foxtrot’ (2016), ‘The Legend of Tarzan’ (2016), ‘Suicide Squad’ (2016, con il debutto cinematografico di Harley Quinn, personaggio immaginario di DC Comics) e ‘Goodbye Christopher Robin’ (2017). Per il suo ruolo da protagonista nei panni della pattinatrice Tonya Harding in ‘Tonya’ (film del 2018 che ha anche prodotto), Margot ha ricevuto la sua prima nomination all'Oscar oltre alle nomination ai Golden Globe, ai SAG e ai BAFTA.  

Harley Quinn

Per il ruolo di Sharon Tate in ‘C'era una volta a Hollywood’ (2019) di Quentin Tarantino, Margot ha ricevuto una nomination come attrice non protagonista ai BAFTA. Tuttavia, è stato per il suo lavoro in ‘Bombshell’ (2019) che Margot ha ricevuto un'altra nomination ai BAFTA (entrambe nella categoria attrice non protagonista), oltre alla sua seconda nomination all'Oscar e alla sua seconda nomination ai Golden Globe. Nel 2020 è tornata sul grande schermo nei panni di Harley Quinn in ‘Birds of Prey’ (‘And the Fantabulous Emancipation of One Harley Quinn’, ‘e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn’). Nel 2022 Margot ha recitato con Christian Bale in ‘Amsterdam’ ed è stata protagonista del dramma epico ‘Babylon’ (per cui è stata candidata ai Golden Globe).  

‘Barbie’, dal 20 luglio al cinema

Dopo una lunga fase di preparazione, le riprese di ‘Barbie’ sono cominciate nel 2022. Nel film dal titolo omonimo di Greta Gerwig, Barbie è costretta ad allontanarsi dal mondo delle bambole perché non ha un aspetto perfetto. Non le rimane che cercare la felicità nel mondo reale… Margot Robbie ha ottenuto la parte dopo l’uscita di scena di Amy Schumer, che avrebbe dovuto essere la protagonista. Nella versione americana la voce narrante è quella di Hellen Mirren. La cantante Dua Lipa interpreta una Barbie Sirena.  

Vita privata

Il set di ‘Suite francese’ è stato galeotto per Margot Robbie e l’aiuto regista britannico Tom Ackerley. I due vivono da tempo a Londra. Si sono sposati alla fine del 2016 in Australia.