Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
6 mag 2022

La fine di "Summertime"

In redazione con Coco Rebecca Edogamhe, Cristiano Caccamo e Amanda Campana

6 mag 2022
a.m.
Magazine
featured image
Cristiamo Caccamo, Amanda Campana e Coco Rebecca Edogamhe
featured image
Cristiamo Caccamo, Amanda Campana e Coco Rebecca Edogamhe

«Sì, lo ammetto, non è stato facile lasciar andare Summer, anche perché ormai fa parte di me». Seduta nella nostra redazione di Hot Corn qui a Milano, Coco Rebecca Edogamhe si lascia prendere da un momento di malinconia. Con la terza stagione di Summertime, arrivata ora su Netflix, il viaggio del suo personaggio, Summer Bennati, si è uffcialmente concluso. «E infatti ho pianto tanto alla fine delle riprese. Tantissimo. Non ci potevo credere. La mia carriera è iniziata con questo progetto, il cast era ormai una famiglia e quindi chiudere è stato molto diffcile. Cos'ha detto Summer a Coco? Vai. Non preoccuparti. Sbaglia e vivi la tua vita...».

Da Cesenatico a Cesenatico: era cominciato tutto due anni fa con l'incontro in Romagna tra Alessandro (Ludovico Tersigni) e la sua Summer e ora si chiude ancora in Romagna, tra amori, liti e passioni. Come quelle di Sofia, interpretata da Amanda Campana, che arriva in redazione poco dopo Coco. «Ma insomma volete continuare a girare il coltello nella piaga?», ride. «Sì, è finita ma a Cesenatico io ci tornerò comunque (sorride, nda). Che effetto fa? Diciamo che è un po' come la fine del liceo. Si chiude, ma c'è anche spazio per un altro futuro. Sofia mi è rimasta addosso, è un po' la mia sorella minore. Forse più impulsiva. Mi rivedo molto nel suo percorso».

Tra Coco e Amanda, dalla porta della redazione spunta poi la new entry della serie, Cristiano Caccamo, che in Summertime 3 vedremo nel ruolo di Luca, un musicista con cui duetterà Summer. «Com'è andata? Beh, non mi hanno bullizzato (scoppia a ridere, nda)», esordisce. «No, è stata una vacanza, mi vergogno a dire che era lavoro. Un set unico. Chi è Luca? Un ragazzo che Summer incontra casualmente in discoteca e con cui scopre una passione in comune: la musica. Non è stato facile perché non so suonare ma ci tengo a dire che le canzoni le suono tutte io, mi ci sono impegnato tanto!». Nella serie ovviamene ritorneranno tutti i personaggi che abbiamo conosciuto nelle prime due stagioni con l'apparizione di Sangiovanni che ha anche scritto un brano apposta per la nuova stagione: Scossa.

E alla fine dell'incontro, tra patatine e bevande più o meno necessarie, in redazione arriva anche il momento della scelta dei miti personali: «Ora come ora? Dico Zendaya», confessa Coco. «Perché ha avuto una crescita incredibile, dalla Disney al cinema d'autore. La cosa che mi piace di lei è che è semrpe rimasta molto umile. Una serie che ho amato? Fleabag, perché è fresca, leggera ma allo stesso tempo profonda. Phoebe Waller Bridge scrive in modo incredibile, ha una relazione diretta con il pubblico. Un film che consiglio ai lettori di Hot Corn? Dico The Help con Viola Davis e Emma Stone, un grande film su razzismo e tolleranza».

Anche Amanda sul mito ha le idee molto chiare: «Jennifer Lawrence! Mi fa impazzire, ma non solo come attrice, mi fa spaccare dalle risate, è molto spontanea. Sa essere bellissima quanto go ffa. Film da isola deserta? Qui dico I sogni segreti di Walter Mitty di Ben Stiller, perché mi mette felicità, mi mette una grande voglia di vivere. La scena di lui sullo skate in Islanda è fantastica». E alla fine tocca a Cristiano: «No, però sono pessimo in queste cose, ve lo dico subito. Allora cito anch'io Fleabag, una serie che mi ha fatto letteralmente volare. Lei è un genio che scrive, dirige e interpreta. Il mio film preferito? No, aspetta, non mi viene nulla (ride, nda). Ve l'ho detto, sono terribile a scegliere! Dunque ho ancora le VHS dei classici Disney, tipo Gli aristogatti, ma qui cito un film recente che ho molto amato: Parasite di Bong Joon-ho. Un regista con cui vorrei lavorare? Matteo Garrone, sarebbe un sogno». Dopo le ultime risate, l'incontro giunge alla fine e Coco, Amanda e Cristiano salutano Hot Corn con una promessa: ci si rivede presto. Dove? Beh, a Cesenatico, ovvio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?