In occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, Milano sarà protagonista con un progetto unico nel suo genere, con i riflettori puntati sul proprio simbolo nel mondo: il Duomo. Dante in Duomo, questo il titolo dell’iniziativa: dal 7 aprile al 15 luglio, in Cattedrale, nei pressi dell’Altare maggiore, si...

In occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, Milano sarà protagonista con un progetto unico nel suo genere, con i riflettori puntati sul proprio simbolo nel mondo: il Duomo.

Dante in Duomo, questo il titolo dell’iniziativa: dal 7 aprile al 15 luglio, in Cattedrale, nei pressi dell’Altare maggiore, si terrà 100 Canti in 100 Giorni, la lettura integrale della Divina Commedia. Sotto la direzione artistica di Massimiliano Finazzer Flory (nella foto a sinistra), con la collaborazione dei musicisti del Teatro alla Scala e degli allievi del Piccolo Teatro di Milano, ogni giorno andrà dunque in scena la lettura di un Canto dantesco. A volere questo progetto l’Arciprete del Duomo di Milano Monsignor Gianantonio Borgonovo, con la collaborazione della Veneranda Fabbrica e della Biblioteca Ambrosiana, la quale offrirà al pubblico nello stesso periodo parte del suo ricco patrimonio dantesco.

"Sì, Dante in Duomo. Non per protagonismo, ma perché già i nostri padri della Veneranda Fabbrica, nel 1418, organizzarono una Lectura Dantis per raccogliere fondi destinati alla costruzione della nascente Cattedrale – spiega Monsignor Gianantonio Borgonovo – . Oggi, grazie a Massimiliano Finazzer Flory, proponiamo una lettura integrale della Commedia per raccogliere la bellezza della parola di Dante che è viva nella nostra cultura da oltre sette secoli, tanto quanto il Duomo vive in essa da 634 anni".

Dante in Duomo è un progetto reso possibile grazie al sostegno della banca Intesa Sanpaolo, in qualità di Main Sponsor, e di Retelit, leader nel settore delle comunicazioni. L’ingresso all’iniziativa sarà libero, con obbligo di prenotazione, seguendo le normative anti Covid-19.