Raccolta di castagne in Piemonte
Raccolta di castagne in Piemonte

Non solo passeggiate tra i boschi per ammirare il foliage, l’autunno è anche la stagione ideale per andare a caccia di castagne. Scopriamo 5 luoghi in Piemonte dove è possibile effettuare la raccolta e passare una giornata nella natura, anche con i bambini. E' sempre doveroso ricordare di non violare la proprietà privata durante le escursioni

Bibiana
A Bibiana, in provincia di Torino e poco distante dalla città, c’è il Sentiero del Castagno, un percorso in mezzo ad alberi particolarmente ricchi di frutti. L’itinerario parte da località Castagneto Po e si snoda sul versante più fresco e umido della valle circostante: la zona ideale per far crescere le castagne. Sempre in provincia di Torino si può provare la caccia all’interno della Riserva naturale del Bosco di Vaj, vicino al comune di Chivasso.

Val Maira e Val Varaita
In Val Maira, in provincia di Cuneo, è possibile raccogliere la famosa Castagna di Cuneo IGP, una delle più rinomate d’Italia e caratterizzata da un sapore dolce e delicato. I boschi di queste valli sono ricchi di alberi, il consiglio è quello di privilegiare quelli ad altezze medio basse.
Nella Val Varaita, invece, sono presenti in gran quantità le castagne Bracalla, perfette per preparare delle ottime caldarroste. Il sentiero più adatto alla raccolta è quello che risale verso il Monviso e parte dal comune di Montà d’Alba, spingendosi fino all’area chiamata bric Torniola: una zona boschiva dove è possibile raccogliere marroni a maturazione anticipata.

San Damiano d’Asti
Anche in provincia di Asti, nella parte orientale del Piemonte, è possibile raccogliere delle ottime castagne. In località San Damiano, lungo i 40 chilometri del sentiero chiamato Trekking del Nizza (con partenza dal capoluogo e arrivo a Nizza Monferrato) si trovano castagneti di eccellente qualità, con la possibilità, per i visitatori, di passare una tranquilla e produttiva giornata in mezzo alla natura.

Val Borbera
Il Sentiero Grondona-Lemmi-Costa dei Gatti, in Val Borbera, in provincia di Alessandria, è una delle zone migliori del Piemonte per raccogliere i marroni. Il percorso, che ha il numero 271, parte da un ampio parcheggio che si raggiunge tramite la strada provinciale 144 e termina in località Costa dei Gatti, dopo circa 6 chilometri tra alberi di nocciole e castagneti ricchi di frutti. Sempre in provincia di Alessandria si può andare a caccia di marroni nel sentiero denominato Bivio Campomagro-Pian dei Poggi, con partenza del centro abitato di Grondona e indicato sulle mappe con il numero 281.

Parco naturale dei Lagoni di Mercurago
Sul versante occidentale del Lago Maggiore, in provincia di Novara, si trova il Parco naturale dei Lagoni di Mercurago, oasi verde ricca di castagne e area protetta inserita tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. All’interno del parco sono indicate le zone dove è possibile effettuare la raccolta, per facilitare i visitatori e favorire la ricerca delle castagne.
Da segnalare, sempre in provincia di Novara, un itinerario che parte da Bellinzago Novarese e termina presso il Parco del Ticino e le località di Panigà e San Michele, in particolar modo lungo la vecchia strada comunale che porta a Fara Novarese e a Briona, tutte zone ricche di alberi di marroni dal pregevole sapore.