Un'immagine dello "Specchio di Lorenzo"
Un'immagine dello "Specchio di Lorenzo"

Tolosa (Francia). C'era anche un progetto italiano di un cartone animato sul tema dell'autismo, tra le proposte dell'edizione 2020 del Cartoon Forum (l'appuntamento annuale per i progetti europei di serie tv in animazione).

Un'edizione che non ha tradito le attese, pur in una forma anomala e tutta online per l'inasprirsi della pandemia in Francia. L'evento (che si sarebbe dovuto tenere a Tolosa) si è dispiegato attraverso una piattaforma digitale e un'app che hanno permesso agli operatori del settore di scoprire le nuove tendenze e vedere confermate alcune tendenze. 

I colori, le storie, le atmosfere della fantasia che autori e produttori europei hanno messo in campo in questa edizione hanno avuto la meglio sul  Covid 19. Un'edizione molto francese (per il numero dei progetti presentati: 31 au 80), ma con molte indicazioni interessanti a livello europeo.

Per quanto riguarda l'animazione italiana sono stati quattro i progetti presentati, a partire da quello di cui parlavamo all'inizio, "Lo specchio di Lorenzo" prodotto dalla beQ entertainment di Cristian Jezdic per Rai Ragazzi. Il protagonista è un bambino autistico di 7 anni che osserva la realtà attraverso il suo filtro personale. Riesce a “pensare per immagini”, trasformando quello che lo spaventa in qualcosa di rassicurante e tollerabile. Alternando mondo immaginario e realtà, il progetto si propone di raccontare le due facce dello spettro autistico: dal punto di vista di chi lo vive da dentro e di chi lo affronta dal di fuori.

E' italiano anche il progetto del gioioso "Relé" (creato da Alessandro D'Osualdo e prodotto dalla Gertie di Franco Serra) con il topolino protagonista che accompagna la piccola Ailis (una versione femminile di Little Nemo di Winsor McCay) in sogni fatti di viaggi fantastici e ricchi di colori, all'insegna della felicità.

Mosaica e Massimo Barbot - Produzioni clandestine hanno presentato il divertente Ra Tv Channel, ambientato all'interno di un network televisivo con le dinamiche di concorrenza interna per avere lo scoop più interessante e l'audience più clamorosa.

Mondo TV, invece, partecipa alla coproduzione Usa-Germania-Italia, di "Hey Fuzzy Yellow" con il simpatico e lanuginoso protagonista tutto giallo. 

Gli 80 progetti presentati  erano in rappresentanza di 22 Paesi europei, con un budget totale di 327,2 milioni di euro, per 445 ore di animazione.