Niente più anelli di plastica (Foto: Carlsberg)
Il colosso danese Carlsberg vuole diventare un esempio virtuoso nella lotta alla plastica: ha infatti deciso di abbandonare i tradizionali anelli di plastica che tengono insieme le lattine di birra, per virare su una colla riciclabile molto più sostenibile per l'ambiente. Le nuove confezioni multiple hanno esordito il 10 settembre in alcuni supermercati britannici e faranno presto capolino anche in Norvegia.

UN MARE DI ANELLI DI PLASTICA
Gli anelli di plastica trasparente costituiscono un metodo di imballaggio standard per le lattine da oltre 50 anni. Il loro accumulo contribuisce in modo importante all'inquinamento degli oceani e rappresenta un fattore di rischio soprattutto per uccelli e pesci, che impigliandosi nelle maglie dell'imballaggio possono morire soffocati.

UNA LATTINA INCOLLATA ALL'ALTRA
Nelle nuove confezioni da quattro o sei bevande promosse da Carlsberg, le lattine saranno tenute insieme da minuscole gocce di colla extra forte, progettata per resistere sia alle alte che alle basse temperature. La colla produce uno schiocco quando le birre vengono separata e non necessita di accorgimenti speciali in fase di smaltimento, in quanto si ricicla insieme all'alluminio.

GLI OCEANI POSSONO RESPIRARE
La compagnia ha dichiarato che la nuova confezione multipla consentirà di ridurre i rifiuti plastici di 1.200 tonnellate all'anno, che equivale a circa 60 milioni di sacchetti di plastica in meno sparsi per il pianeta. Carlsberg ha intenzione di estendere la rivoluzione a tutti i suoi marchi controllati, tra cui Tuborg e San Miguel, partendo quanto meno dal territorio del Regno Unito.