La pasta alla carbonara è uno dei piatti più famosi e celebrati della cucina italiana, una ricetta amatissima che per molti è quasi una religione: chi sceglie il guanciale accusa di eresia coloro che preferiscono la pancetta e viceversa, entrambi uniti nell'anatema contro quelli che adottano varianti con panna, funghi, gruviera o persino vongole (versione quest'ultima che compare in alcuni ricettari degli anni Cinquanta). La diatriba è destinata a riscaldarsi martedì 6 aprile, giorno in cui si celebra il Carbonara Day 2021 e per il quale è prevista una spaghettata social.

Carbonara Day 2021

Nato cinque anni fa grazie a un'iniziativa di Unione Italiana Food e International Pasta Organisation, il Carbonara Day vanta ormai un'enorme platea internazionale. L'edizione 2021 ha in programma una serie di iniziative virtuali che possono essere seguite attraverso gli hashtag #CarbonaraDay e #MyCarbonara. Si comincia alle dieci del mattino con un live twitting e a partire da mezzogiorno potremo assistere a una diretta social su Facebook, Twitter e Instagram. Ospiti speciali i pastai di UIF, lo chef Luciano Monosilio, lo youtuber e attore Willwoosh e la food journalist Eleonora Cozzella, autrice del libro 'La Carbonara perfetta'.

Come nasce la carbonara

Le origini di questa ricetta sono incerte e si contano tre ipotesi valide sulla sua nascita. La prima storia si svolge durante la seconda guerra mondiale, quando i soldati statunitensi risalivano l'Italia portandosi dietro le loro razioni K: fra gli ingredienti di queste ultime c'erano anche bacon e tuorli d'uovo in polvere. Molti italiani pativano la fame e così, per essere benvoluti, gli americani donavano loro razioni K: proprio in questo modo alcuni cuochi nostrani avrebbero tratto ispirazione per elaborare quella che sarebbe diventata la carbonara.

Una seconda ipotesi sposta i riflettori nel territorio dell'Aquilano, in Abruzzo, e in particolare sui carbonai che di lavoro producevano carbonella: per ottenere questo prodotto era necessario restare in carbonaia per lungo tempo e quindi i lavoratori portavano con loro cibo di facile reperibilità e conservazione. La carbonara nascerebbe insomma da un'evoluzione del tradizionale piatto "cacio e uova". La terza e ultima narrazione intorno alla nascita di questa ricetta la fa risalire alla cucina napoletana e in particolare al trattato 'Cucina teorico-pratica' di Ippolito Cavalcanti, edito nel 1837.

image

La ricetta della carbonara

Cercando di riassumere le diverse tradizioni, emerge che gli ingredienti della carbonara sono cinque: intanto pasta di semola di grano duro da cuocere in acqua salata (i formati più frequenti sono spaghetti e rigatoni). Poi uova, pepe e pecorino grattugiato da aggiungere dopo la cottura. Inoltre guanciale o anche, meno quotata, la pancetta. A proposito di quest'ultimo ingrediente segnaliamo che la cottura a striscioline fa emergere maggiore sapidità rispetto a quella a dadini.