Roma, 10 dicembre 2019 - Addio a una delle interpreti più famose del pop degli anni '80 e '90. Marie Fredriksson, la metà femminile dei Roxette, è morta ieri mattina all'età di 61 anni e da 17 combatteva contro un tumore al cervello. L'annuncio è arrivato dall'account ufficiale del gruppo su Facebook e poi da una nota della famiglia.

Sposata e madre di due figli, la sua voce è legata a successi come 'It Must Have Been Love' (colonna sonora del film 'Pretty Woman'), 'Listen To Your Heart', 'The Look' e 'Joyride' che hanno lanciato i Roxette nel panorama internazionale della musica. Nella sua carriera il duo svedese, fondato insieme a Per Gessie, ha venduto oltre 75 milioni di dischi, piazzando 19 brani ai vertici delle classifiche. Tra i singoli più famosi del gruppo ci sono anche 'Sleeping in My Car', 'Crash! Boom! Bang!', 'Run to You' e 'Wish I Could Fly'. Una lunga carriera a cui Marie affiancò quella da solista.

Nel 2002 Fredriksson sconvolse i propri fan annunciando di avere un cancro al cervello, i medici le avevano dato un anno di vita. Invece Marie tornò a cantare tanto che ha pubblicato il suo ultimo album nel 2018. 

La famiglia ha fatto sapere che l'artista sarà sepolta in forma privata, mentre il suo compagno musicale ha affidato a Twitter il suo addio. "Il tempo scorre in fretta. Non è passato molto che trascorrevamo giorni e notti nel mio microscopico appartamento condividendo sogni impossibili, e che abbiamo condiviso. E' stato un onore aver incontrato il tuo talento e la tua generosità. Tutto il mio amore per te e la tua famiglia. Le cose non saranno mai più le stesse", ha scritto Per Gessie.