Il decluttering fa bene alla mente
Il decluttering fa bene alla mente

Ogni cambio di stagione saltano fuori tanti abiti, scarpe e accessori che non ricordavamo neanche di avere. Vestiti che intasano l’armadio (già colmo) e che non ha senso continuare a conservare nel guardaroba e riporre negli scatoloni se non mettiamo più. Scopriamo quindi dove mettere in vendita o donare quello che non si utilizza più.

Il decluttering è necessario

Qualcuno ne parla proprio come se fosse una terapia per la mente. Il decluttering - eliminare ciò che non è più necessario per stare meglio – è una vera e propria filosofia che, naturalmente coinvolge anche il cambio di stagione. È proprio questo, infatti, che il cambio armadi è uno dei momenti migliori per rimuovere dal proprio guardaroba tutti quei vestiti, gli accessori e le scarpe che non servono più e non usiamo. Troppo grandi, troppo piccoli, fuori moda, abiti che non rappresentano più lo stile di chi li indossa: sono tante le motivazioni che possono portare al decluttering con il cambio di stagione, l’importante è trovare la forza e il coraggio di farlo, anche per poter mettere altri capi (nuovi) nell’armadio!

Mettere in vendita gli abiti usati

E se insieme al decluttering arrivasse anche un po’ di denaro da reinvestire, perché no, in shopping? È possibile, infatti, mettere in vendita ciò che non si usa più sulle piattaforme online, nei negozi vintage e nei mercatini dell’usato presenti praticamente in ogni città italiana. Una delle vetrine migliori è sicuramente il marketplace di Facebook, ideale per lo shopping dell’usato, semplice e veloce da utilizzare e con un altissimo traffico di utenti.
Anche il sito Armadio Verde e l’app Depop sono piazze virtuali perfette per mettere in vendita vestiti, scarpe e accessori usati che non si indossano più ma sono comunque in buone condizioni. In entrambi i casi si può trovare un guardaroba enorme di capi anche da acquistare a prezzi vantaggiosi.

Donare i vestiti, le scarpe e gli accessori

Chi non avesse tempo e voglia per mettere in vendita i capi che non usa più o, meglio ancora, vorrebbe che questa roba fosse utilizzata da chi ne ha bisogno e non può permetterselo, può decidere di donare i vestiti, le scarpe e gli accessori. In tantissime città italiana ci sono i punti di raccolta (rintracciabili anche su internet) con i contenitori per i capi che si vogliono donare ma accanto a questi sono nate anche delle piattaforme online che hanno il medesimo scopo. È il caso, ad esempio, del sito della Caritas e delle raccolte dell’associazione Humana: luoghi virtuali dove è possibile fare decluttering e aiutare tante persone in difficoltà, facendo rivivere i propri capi per una giusta causa.