Foto: hallojulie / iStock
Foto: hallojulie / iStock

Basta anche un solo albero per migliorare il microclima di una città, abbassando le temperature e rendendo le estati più gradevoli e temperate. A confermarlo è un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Environmental Research Letters, che ha dato una ulteriore validità scientifica alle politiche green attuate da molte amministrazioni urbane (anche italiane) in tutto il mondo. Basti pensare che Milano, entro fine 2021, raggiungerà quota 330.000 alberi piantati grazie al progetto “Forestami”, lanciato nel 2018.

Perché è sufficiente un solo albero per abbassare la temperatura in città

I ricercatori hanno effettuato le loro analisi a Washington DC, dove hanno raccolto circa 70mila letture di temperatura provenienti da decine di zone diverse della città. Rispetto alle strade “spoglie” dominate dal cemento, le vie alberate erano nettamente più fresche. Nello specifico, gli autori hanno scoperto che le chiome degli alberi sono in grado di raffreddare le temperature di 1,8 gradi in più rispetto alle stime provenienti dagli studi precedenti in materia.

Temperatura più bassa anche di sera

Come anticipato in precedenza, dalla ricerca è anche emerso che ogni singolo albero può fare la differenza. Una pianta alta 15 metri è in grado di proiettare un’ombra di 14 metri durante il pomeriggio; verso il tramonto, quella stessa ombra è in grado di toccare una lunghezza di 56 metri, portando a un abbassamento di temperatura pari a 1,4 gradi. Il raffreddamento innescato dal singolo albero durerebbe anche la sera, quando il sole è ormai tramontato: “Non è detto che di sera il caldo dia tregua. Gli alberi, però, rinfrescano una città in tutti i momenti della giornata, e questo è importante per la salute umana", spiega il dottor Michael Alonzo (American University), uno degli autori della ricerca.

Come un condizionatore in casa

Gli alberi, quindi, non hanno solo effetti a lungo termine grazie alla loro capacità di assorbire la CO2 presente nell’atmosfera. Le piante di grandi dimensioni hanno infatti la funzione di “condizionatori d’aria all’aperto”, non solo per via dell’ombra prodotta dalle chiome ma anche grazie alla traspirazione delle foglie (capaci di raffreddare l’aria che passa da un lato all’altro): “Ci sono molte buone ragioni per piantare alberi. Il nostro studio mostra che non dovremmo sottovalutare il ruolo che i singoli alberi possono svolgere nella mitigazione del calore nelle aree urbane", ha aggiunto Alonzo.