Dormire bene nonostante il caldo
Dormire bene nonostante il caldo

L’estate avanza e le temperature si alzano praticamente in tutta Italia. Come sempre, uno dei “problemi” relativi alla bella stagione è continuare a dormire bene nonostante le notti calde e afose. Scopriamo le buone abitudini da tenere in camera da letto e i consigli utili da seguire per riposare bene anche in estate.

1. Stanza da letto fresca
Può sembrare superfluo, ma mantenere la camera da letto più fresca possibile è uno dei trucchi che funziona meglio per combattere l’insonnia dovuta al caldo. Se avete a disposizione l’aria condizionata il consiglio è quello di accenderla un po’ di tempo prima di andare a dormire e spegnerla quando ci si mette a letto. Tenerla accesa durante la notte non è salutare e può causare raffreddamenti e reumatismi. Molto meglio lasciare in funzione – se presente – soltanto l’opzione per deumidificare.
Chi non ha l’aria condizionata deve avvalersi di rimedi meno tecnologici ma ugualmente funzionali. Tenere le tapparelle abbassate durante il giorno, ad esempio, aiuta a mantenere più basse le temperature all’interno della camera da letto. Le stesse tapparelle vanno alzate quando il sole cala per permettere all’aria più fresca della sera di entrare in casa e raffreddare un po’ la stanza.

2. Pigiama sempre
Anche se con il caldo la tentazione di andare a dormire con meno indumenti possibili è forte il consiglio è quello di indossare comunque un pigiama. Il tessuto, naturalmente, deve essere fresco e traspirante: lino o cotone in questo caso sono le scelte migliori. Il pigiama, inoltre, deve essere ampio e aderire il meno possibile al corpo. Stesso discorso per il letto, le lenzuola devono essere di cotone e vanno cambiate frequentemente.

3. Doccia tiepida
Se in inverno una bella doccia calda prima di andare a dormire è un toccasana per prendere sonno e rilassare mente e corpo, in estate tenere alta la temperatura dell’acqua potrebbe sembrare un controsenso, ma non è così.
Se proprio non riuscite a fare una doccia calda, non lasciatevi tentare dalla voglia di farla fredda: il corpo tornerebbe in breve tempo alla temperatura precedente alla doccia, facendovi sudare e dandovi una sensazione di colore ancora più forte.
Il consiglio, in questo caso, è fare una doccia almeno tiepida, utile per andare a letto con una sensazione di relax addosso e adatta a favorire l’arrivo del sonno.

4. Bere e mangiare bene
Anche l’alimentazione gioca un ruolo essenziale nella lotta al caldo durante le ore notturne estive. La regola di bere tanta acqua, naturalmente, vale ancora di più in estate: almeno due litri e mezzo al giorno senza aspettare la sensazione di sete e a intervalli regolari. Il consiglio è quello di bere molto durante la mattina e il pomeriggio per non dover recuperare la sera e poi alzarsi durante la notte per andare in bagno e interrompere il sonno.
Anche mangiare in modo corretto è importante: cenare in modo leggero, con cereali integrali, pesce, frutta fresca (albicocche, kiwi e banane soprattutto) è fondamentale per conciliare il riposo anche quando fa caldo.

5. Stop agli apparecchi elettronici
Tutti gli apparecchi elettronici che stazionano in camera da letto durante la notte – televisioni, smartphone, tablet, assistenti vocali ad esempio – sono generatori di calore. Anche se in stand-by, e soprattutto se messi sotto carica sul comodino, questi dispositivi generano calore supplementare. Molto meglio, pertanto, lasciarli in un’altra stanza e concedersi la lettura di un buon libro quando ci si mette a letto.