Dettaglio del poster del film 'Butch Cassidy' (1969) - Foto: Fox
Dettaglio del poster del film 'Butch Cassidy' (1969) - Foto: Fox

La storia di Butch Cassidy e Sundance Kid è già stata racconta su grande schermo nel film del 1969 interpretato da Paul Newman e Robert Redford: fra qualche tempo ne vedremo una nuova versione, questa volta per il piccolo schermo (o per lo streaming: ancora non si sa), che allargherà la narrazione alle vicende sudamericane dei due fuorilegge. La notizia arriva sulla scorta dell'acquisizione da parte della casa di produzione Stone Village Television dei diritti per l'adattamento del libro di Charles Leerhsen 'Butch Cassidy: The True Story of an American Outlaw' (2020).

La serie 

Proprio leggendo il saggio di Leerhsen si scopre che il film del 1969 ha raccontato solamente una parte della storia. Parlando infatti con il magazine Hollywood Reporter, uno dei fondatori di Stone Village Television, cioè Scott Steindorff, ha detto: "Gran parte delle loro avventure si svolge in Sud America. Durante quel periodo, la banda di Butch Cassidy era molto più famosa là di quanto lo fosse in Nord America. La loro non è solamente una storia del West americano, è una storia latinoamericana, e vale davvero la pena di raccontarla". Anche perché, continua Steindorff, "molti dei suoi aspetti hanno le potenzialità per entusiasmare gli spettatori odierni".

Al momento non è possibile dire quando vedremo la serie TV, perché siamo ancora nelle primissime fasi della lavorazione. Sappiamo però che l'intenzione è di realizzare un prodotto "premium", cioè ad alto budget, pensato per un pubblico internazionale e per portare a casa premi importanti. Inoltre, proprio l'ambientazione sudamericana fa sì che Stone Village Television guardi con particolare attenzione al mercato latinoamericano (Butch Cassidy e Sundance Kid morirono in Bolivia).

Vale infine la pena di citare le parole del saggista Charles Leerhsen, autore del libro che ispirerà la serie TV: parlando di Scott Steindorff ha detto di essere felice che i diritti per l'adattamento siano finiti nelle sue mani, perché "è da sempre un grande fan del film ed era un collega e amico di Paul Newman. Ma soprattutto è stato entusiasta come lo sono stato io di scoprire che il film, per quanto bello, ha omesso alcune delle parti più intriganti delle grandi avventure di Butch e Sundance Kid. Scott è convinto che la storia realmente accaduta sia piena di dramma e romanticismo che non sono stati raccontati, compreso l'incredibile finale che la Hollywood di cinquant'anni fa non ha saputo gestire". Infatti i due fuorilegge, intrappolati dalle forze dell'ordine boliviane e feriti, si suicidarono: o meglio, uno uccise il compagno mortalmente ferito e poi si sparò un colpo letale.