Era il 2 agosto 1971 quando, il comandante della missione dell’Apollo 15, il settimo uomo a camminare sulla Luna e il primo a guidare il Lunar Rover, ha fissato la storia delle conquiste lunari indossando il suo cronografo Bulova portato in missione come dotazione personale: era il Bulova Lunar Pilot, progettato dal marchio orologiero per affrontare le condizioni dello spazio lunare, così da poter garantire massima affidabilità alla squadra in missione. L’orologio infatti venne utilizzato per tracciare il tempo, assicurando che nessuno rimanesse senza ossigeno, acqua o batteria nello zaino portatile del sistema di supporto vitale. È stato anche utilizzato per eseguire il backup dei timer di bordo per il rientro critico nell’atmosfera terrestre.

Quella del marchio orologiero è una storia lunga e ricca, che si snoda attraverso la collaborazione della Nasa che si rivolse a Bulova per la sua consolidata esperienza tecnica nella costruzione di segnatempo e cronometri. Una collaborazione quasi leggendaria, con ben 46 missioni spaziali, utilizzando la tecnologia innovativa Accutron, il famoso e innovativo movimento a diapason, su tutta la strumentazione e sui sistemi di cronometraggio.

A 50 anni dalla missione dell’Apollo 15, Bulova celebra la ricorrenza con la riedizione commemorativa dello storico orologio che arrivò sulla Luna: il 50th Anniversary Lunar Pilot Limited Edition. Realizzata in 5mila esemplari, è ispirata all’orologio originale, aggiornato con una speciale cassa in titanio di grado 5 (capace di un’eccezionale resistenza alla corrosione) da 45 mm di diametro.